#lablu

Stazione Forlanini Q.re

PRESENTATE LE PROPOSTE PER LE SISTEMAZIONI SUPERFICIALI DELLA TRATTA EST

Un lungo braccio verde collegherà il Parco Nord-Forlanini verso il centro città in piazza del Tricolore

Nel corso di un incontro pubblico molto partecipato svoltosi ieri il Comune ha presentato ai cittadini le prime line e di progetto per le sistemazioni superficiali lungo la Tratta Est di M4.

Si tratta delle proposte per il futuro delle aree oggi interessate dai cantieri della Blu (oltre a alcuni interventi nelle vie limitrofe) da Linate a Tricolore. Rappresentano quindi la visione per il futuro delle aree una volta conclusi i lavori della metropolitana (gennaio 2021 nella tratta da Linate a Forlanini Fs, luglio 2022 fino a Dateo, dicembre 2022 Tricolore). 

Alla serata hanno partecipato Marco Granelli, assessore alla Mobilità e Lavori pubblici del Comune di Milano, il presidente di M4 spa Fabio Terragni, la presidente del Municipio 3 Caterina Antola, il delegato del presidente del Municipio 4 e rappresentanti dell’assessorato all’Urbanistica del Comune.

“Il nostro disegno per questo asse, da Forlanini a Tricolore, – dichiara Marco Granelli assessore alla Mobilità – è un lungo braccio verde che collega il Parco Nord-Forlanini al centro di Milano. La presenza della linea 4 della metropolitana e del conseguente minor carico di veicoli ci consente incentivare la mobilità dolce e dare continuità ai percorsi pedonali e ciclabili che correranno accanto e sotto le alberature, tutelando la sosta per i residenti. Più spazi attrezzati per i bambini, panchine ombrose, aree cani costituiscono il fulcro delle nostre proposte. Un modo per restituire alla città spazi rinnovati e riqualificati, insieme alla M4, dopo lunghi anni di cantieri”.

In sintesi questi sono alcuni degli aspetti qualificanti le proposte del Comune.

L’idea è quella di creare e valorizzare la connessione ciclabile completa Tricolore, quartiere Forlanini, Linate e Idroscalo attraverso il parterre centrale dell’asse viario Tricolore-Argonne, un percorso in zona 30 nel quartiere Acquabella da Argonne alla Stazione M4 di Forlanini FS, i sottopassi della stazione della metropolitana e ferroviari, il parco Forlanini con la nuova passerella sul Lambro e la ciclabilità di Segrate. L’obiettivo è garantire anche una connessione ciclabile attraverso il quartiere Forlanini fino a Rogoredo M3.

Emerge dal progetto presentato una chiara riqualificazione del parterre centrale dell’asse viario Tricolore-Argonne con una maggior presenza di verde (anche con le ripiantumazioni e oltre 200 piante nuove) e un’attenzione particolare per i percorsi pedonali, nonché l’incremento di servizi quali aree giochi e aree cani. Una particolare attenzione è stata posta agli attraversamenti pedonali che dalle vie laterali tagliano il parterre: vengono alzate con “castellane” per migliorare la sicurezza dei pedoni.

Il Comune propone il mantenimento della larghezza delle carreggiate che conserveranno in entrambi i sensi due corsie per senso di marcia e la sosta sui due lati in parallelo. Ciò significa tutelare la sosta regolare, anzi ampliandola in quanto sino ad oggi non era prevista lungo un lato, impedendo quella irregolare posta sotto gli alberi e che li danneggia. In questo senso sarà introdotta la sosta regolamentata (strisce blu) nel quartiere Forlanini laddove oggi non esiste, mentre sarà maggiormente aumentata la sosta riservata ai residenti lungo l’asse Tricolore – Argonne e nelle vie laterali, riducendo quella per chi proviene dall’esterno, promuovendo invece l’utilizzo della metropolitana e dei suoi parcheggi di interscambio esterni.

Questi interventi tengono anche conto della futura minor pressione delle auto dei non residenti in questi quartieri grazie alla presenza della metropolitana.

Il Comune ha proposto anche alcuni interventi di riqualificazione su strade limitrofe ai cantieri. In particolare (Dall’Ongaro – Battistotti Sassi, Bronzetti – Castel Morrone, Lomellina – Aselli) i progetti prevedono la difesa del verde e degli alberi dalla sosta selvaggia, introducendo però a compensazione nuovi spazi “a lisca di pesce” su un lato della strada e in linea sull’altro lato.

Sull’asse trasversale Pisacane-Fiamma si è invece ipotizzata la possibile riduzione della viabilità stradale a senso unico, ricavando così uno spazio sufficiente e protetto per la ciclabilità e alberatura in alcuni tratti. Lungo l’asse trasversale di viale Romagna si pensa di garantire la ciclabilità nei controviali trasformati in zone 30.

Per corso Concordia l’Amministrazione ha proposto due soluzioni: una prevede l’allargamento dei marciapiedi laterali che andrebbero a “inglobare” le corsie laterali destinate alla viabilità stradale; in questo modo si lascerebbe la circolazione e la sosta nel parterre centrale. La seconda ipotesi prevede la circolazione e la sosta nelle attuali corsie laterali, destinando a verde il parterre centrale.

Le linee di progetto – illustrate grazie a slide e pannelli  – hanno stimolato molti interventi da parte di comitati e cittadini presenti all’incontro. Le considerazioni e le proposte che sono emerse saranno ora vagliate dall’Amministrazione.

 

Per scaricare i pannelli e le slide: 

https://bit.ly/2MdJkTN

https://bit.ly/2neYSy8

https://bit.ly/2MaYKbv

VIALE FORLANINI: LAVORI DI RIASFALTATURA STRADALE

Dalla notte di lunedì 2 settembre a metà settimana saranno eseguiti dei lavori di riasfaltatura su viale Forlanini, in prossimità degli incroci con via Gatto e piazza Artigianato.

Sarà effettuato un restringimento della carreggiata ma la viabilità sarà sempre garantita.

Il passaggio delle macchine dedicate alla riasfaltatura potrà essere rumoroso.

I lavori si svolgeranno di notte per limitare l’impatto sulla viabilità.

Ci scusiamo per il disagio.

VIALE FORLANINI: INTERVENTI PER ATTIVAZIONE DI 4 NUOVI SEMAFORI

Per consentire i lavori di attivazione di 4 nuovi semafori all’altezza di piazza Artigianato, da oggi fino alla fine di gennaio, su viale Forlanini si svolgeranno degli scavi per il posizionamento dei cavidotti per il passaggio dei cavi elettrici. Nel tratto interessato da queste attività si procederà con dei restringimenti di carreggiata prima in direzione Linate, poi in direzione centro città. Anche alcuni marciapiedi verranno coinvolti dai lavori. La circolazione dei veicoli e i passaggi pedonali rimarranno sempre garantiti.

Da mercoledì 9 gennaio le lavorazioni saranno autorizzate anche in orario notturno, quando il traffico è ridotto.

Torna l’Open Day: sabato 24 e domenica 25 marzo a Stazione Forlanini Quartiere

Torna l’Open Day di M4. Sabato 24 e domenica 25 marzo apriremo ai cittadini il cantiere della Stazione Forlanini Quartiere. Sarà l’occasione per scoprire come si costruisce una metropolitana, cosa succede dentro un cantiere, dietro le sue barriere.

Dalle ore 10 alle ore 18, sia sabato che domenica, i tecnici impegnati nella costruzione della M4 apriranno le porte della stazione per guidarvi al suo interno, spiegando le lavorazioni e svelando le curiosità che si celano dietro alla realizzazione di questa grande opera che cambierà la mobilità a Milano.

Ma questa sarà un’edizione speciale. Grazie alla collaborazione con il Fai – Fondo ambiente italiano, l’Open Day M4 è inserito nelle “Giornate Fai di Primavera”, rendendo la nuova linea metropolitana parte del patrimonio culturale italiano che l’associazione apre in tutta Italia.

Per entrare sarà possibile registrarsi (con un documento di identità) a partire dalle ore 9:30 al punto accrediti allestito in via Cipriano Facchinetti. Per chi volesse, è possibile scaricare e compilare la liberatoria qui sotto o sul sito www.giornatefai.it.

Saranno formati gruppi da 25 persone e i bambini (ingresso dai 5 anni in su) dovranno essere accompagnati da un adulto. Si consiglia di indossare calzature comode.

All’ingresso del cantiere sarà anche possibile iscriversi e contribuire alla campagna di raccolta fondi promossa dal Fai.

 

Volantino fronte

Volantino retro

 

Liberatoria pagina 1

Liberatoria pagina 2

Liberatoria pagina 3

 

STAZIONE QUARTIERE FORLANINI: AVVIO REALIZZAZIONE DIAFRAMMI PER SCALE D’INGESSO E USCITA

Giovedì 3 Agosto inizierà l’attività di realizzazione dei diaframmi per la costruzione delle scale di ingresso e uscita all’interno dell’area di cantiere della stazione Quartiere Forlanini. Queste lavorazioni dureranno circa un mese.

I diaframmi sono pareti in cemento armato che sostengono il terreno durante lo scavo e le successive attività di costruzione. Questa lavorazione potrà produrre rumore, generato dall’escavatore, dagli impianti (pompe e motori), dagli attriti che si generano nell’attività e vibrazioni, causate dall’azione della ganascia di acciaio che penetra nel terreno, nonché dall’estrazione delle palancole che delimitano ogni pannello di diaframma.

Per queste attività il costruttore è autorizzato al lavoro dalle ore 6 alle 22 dal lunedì al sabato.

 

 

Stazione Forlanini Q.re: riapertura accesso di via Cavriana da viale Forlanini

Dalla mattina di martedì 21 febbraio riapre l’accesso di via Cavriana da viale Forlanini. Di conseguenza, nel tratto compreso tra v.le Forlanini e via Gatto, via Cavriana diventa a senso unico in direzione via Gatto/via Corelli. Per consentire i lavori di rinterro e copertura della stazione, per circa 20 giorni sarà temporaneamente collocato un cantiere nel parterre centrale di viale Forlanini, le cui corsie subiranno delle modifiche in entrambi i sensi di marcia, mantenendo comunque la percorrenza sull’intero viale. Conclusa questa breve fase, si procederà con la rimozione degli ingombri di cantiere dalla sede stradale di viale Forlanini e proseguiranno le attività di costruzione delle scale di accesso alla stazione.

Incontro pubblico sui cantieri Linate, Forlanini Q.re e Forlanini FS

Giovedì 2 febbraio dalle ore 18.30 presso il “Centro anziani Acquabella” in via Don Carlo San Martino 10 si terrà l’incontro dedicato ai lavori M4 che interessano i seguenti cantieri:

  • Linate
  • Stazione Forlanini Q.re
  • Manufatto Gatto
  • Stazione Forlanini FS
  • Manufatto Sereni

Si farà il punto sullo stato di avanzamento dei lavori, si ricapitoleranno i bandi predisposti dall’Amministrazione a sostegno di chi vive e lavora nelle aree interessate dai cantieri, oltre a confrontarsi sulle istanze del territorio. All’appuntamento prenderanno parte l’assessore alla Mobilità Marco Granelli, un rappresentante dell’Assessorato al Commercio, il Presidente di M4 Spa Fabio Terragni, il Presidente di Municipio 4 Paolo Guido Bassi, e i tecnici MM e M4 che, a vario titolo, si stanno occupando della realizzazione dell’opera. L’invito è rivolto ai comitati di cittadini, ai commercianti e agli amministratori/proprietà degli stabili delle zone oggetto dell’incontro.

 

Scarica la locandina allegata di seguito:  Locandina incontro cantieri municipio 4

TEMPORANEA SOSPENSIONE DEI LAVORI NEI CANTIERI M4 PER LA PAUSA ESTIVA

Gli uffici di M4 Spa, del Consorzio CMM4 e di MM Spa saranno chiusi per ferie dal 13 al 21 agosto 2016 compresi. In questo stesso periodo, sono sospese anche le attività nei cantieri lungo l’intera linea M4 ad eccezione del cantiere della futura stazione Forlanini Q.re in cui proseguiranno le lavorazioni per la posa delle armature metalliche all’interno dell’area di scavo.

Programma lavori tra Natale e Capodanno

Nei giorni 28, 29 e 30 dicembre il calendario lavori prevede l’interruzione di alcune attività nei cantieri M4. Lungo la tratta Ovest verranno sospese le lavorazioni all’interno dei cantieri di Gelsomini, Tolstoj, Foppa, Bolivar-Washington e Solari.

M4: firmata la convenzione e il contratto di finanziamento

La presidente Laura Brambilla: “Sottoscrizione nel primo giorno utile è segnale di fiducia e responsabilità verso la città”

22 dicembre 2014 – Oggi sono state poste le ultime due firme per la realizzazione della linea M4: con la prima relativa alla sottoscrizione della convenzione, la neo costituita SPV M4 assume pieno titolo per procedere alla realizzazione dell’opera. Con la seconda firma, i Soci privati (Salini Impregilo, Astaldi, AnsaldoBreda, Ansaldo STS, ATM e Sirti) e il Comune di Milano (nella qualità di socio della SPV), hanno sottoscritto un contratto di finanziamento fino a 516,5 milioni di euro quale finanziamento il cui reperimento era a carico dei privati.