#lablu

News

Tutte le news in tempo reale per conoscere i lavori in corso nei cantieri della nuova linea M4 (manufatti, lavorazioni straordinarie, lavorazioni notturne, variazioni/chiusure/modifiche dei percorsi delle piste ciclabili), programma lavori, prossimi incontri pubblici in programma, modifiche di sosta e viabilità, modifiche/deviazioni del trasporto pubblico locale, prossimi appuntamenti dei workshop “Idee in cantiere”.

VIA LORENTEGGIO: LAVORI DI SISTEMAZIONE STRADALE TRA VIA TOLSTOJ E PIAZZA BOLIVAR

Per consentire le attività di sistemazione dell’asfalto di via Lorenteggio, dalle 20.00 di giovedì 23 alle 5.00 di venerdì 24 settembre e dalle 20.00 del 24 alle 5.00 di sabato 25 settembre, il tratto compreso tra via Tolstoj e piazza Bolivar in direzione centro sarà chiuso al traffico.

Nelle sole fasce orarie interessate dall’intervento cambierà il percorso del bus 50, che fermerà provvisoriamente in via Lorenteggio all’altezza di via Tolstoj e in piazza Napoli tra il civico 30 e il civico 31.

I lavori si svolgeranno nelle ore notturne per limitare il più possibile le ripercussioni sulla viabilità.

Ci scusiamo per il disagio.

M4 – RIAPRE LA VIABILITA’ SU PIAZZA BOLIVAR IN DIREZIONE VIA FOPPA

L’avanzamento dei lavori per la M4 sta permettendo di proseguire con i ridimensionamenti dei cantieri e, di conseguenza, con la restituzione ai cittadini di aree dei quartieri di Milano. Dopo la riapertura dello spazio antistante alla stazione Forlanini dello scorso agosto, e la riapertura di parte di via Foppa avvenuta nei mesi scorsi, da lunedì 13 settembre tornerà la viabilità su piazza Bolivar e via Foppa, in direzione centro città. In questo modo via Foppa, importante asse viabilistico e commerciale della città, nel tratto tra piazza Bolivar e via Moisè Loira sarà di nuovo percorribile in entrambe le direzioni, dopo le chiusure necessarie per la costruzione della metropolitana.

A partire da lunedì 20 settembre, questa modifica permetterà anche che cambi il percorso dell’autobus 50 che da via Lorenteggio, anziché girare su viale Misurata, attraverserà piazza Bolivar per continuare su via Foppa, via California, piazza Vesuvio, da qui riprenderà il normale tragitto fino a largo Cairoli.

Nella direzione opposta, invece, da via Egadi il bus 50 girerà in via Moisè Loira per poi svoltare in via Foppa, da dove proseguirà su via Washington, piazza Napoli, via Giambellino e via Tolstoj, da qui riprenderà il percorso su via Lorenteggio.

E così finalmente, dopo anni di deviazione, anche l’autobus 50 tornerà a servire via Foppa.

Un importante segno di come i lavori di M4 continuano verso la loro conclusione che vedrà Milano avere una nuova linea metropolitana, fondamentale per far muovere velocemente le persone e contribuire alla riduzione del traffico, degli inquinanti e delle emissioni climalteranti. 

Dettaglio fermate

Direzione Lorenteggio

I bus saltano le fermate tra piazza Vesuvio e via Lorenteggio/via Tolstoj.

Fanno queste fermate:

  • via Foppa dopo via Moise Loira
  • via Washington prima di via Foppa
  • piazza Napoli dopo via Giambellino
  • via Tolstoj prima di via Lorenteggio        

Direzione Cairoli M1

I bus saltano le fermate tra piazza Bolivar e piazza Vesuvio.

Fanno queste nuove fermate:

  • via Foppa dopo piazza Bolivar
  • via Foppa dopo via Stendhal
  • piazza Vesuvio prima di via Lipari

STAZIONE FORLANINI: APRE AL PUBBLICO AREA RIQUALIFICATA

 
Arretrano i cantieri nell’area della Stazione Forlanini e, da oggi, viene restituita ai cittadini l’area antistante, riqualificata e utile per l’accesso alla stazione e all’itinerario pedonale e ciclabile tra la parte del quartiere prospiciente la fermata, via Ardigò e il quartiere Forlanini.

 
 
    

PAUSA ESTIVA INFOLINE, SITO WEB E PAGINA FACEBOOK

 

Gli uffici di informazione ai cittadini sui lavori  della metropolitana M4 saranno chiusi fino al 25 agosto. Per questa ragione le attività di aggiornamento del sito, di risposta alle mail e della pagina Facebook saranno sospese; si ricorda che la linea telefonica dedicata 02 77.47.475 continua a essere inattiva per le disposizioni legate alla diffusione del Covid-19.

STAZIONE CALIFORNIA: CAMBIAMENTO PERIMETRO DEL CANTIERE

In seguito alla conclusione del riposizionamento dei sottoservizi (acqua, gas, telecomunicazioni ecc.) nella parte sud del cantiere della stazione California, da lunedì 2 agosto riaprirà la viabilità su via Foppa in direzione centro.

Contestualmente, il cantiere si estenderà sul lato opposto, nel tratto compreso tra via California e via dei Sormani non sarà quindi più consentita la svolta da via California a via Foppa verso via Washington/piazza Bolivar, in questo caso il percorso alternativo possibile sarà via California-via Grumello-via dei Sormani-via Foppa. Rimarrà sempre garantito il passaggio pedonale.

I lavori si concentreranno su questo lato del cantiere per permettere anche qui la realizzazione del corpo scale di uscita e la sistemazione definitiva dei sottoservizi, queste attività produrranno rumori e vibrazioni nella fase di apertura del manto stradale.

Ci scusiamo per il disagio.

DUE IMPORTANTI NOVITA’ NEI CONTROLLI DI LEGALITA’ SVOLTI DA M4 SULLE IMPRESE IMPEGNATE NEI CANTIERI

Fin dall’inizio dei lavori, M4 ha svolto approfonditi controlli di legalità sulle imprese attive nei cantieri, cercando di migliorare costantemente l’efficacia delle verifiche.

Nelle ultime settimane il sistema dei controlli ha dunque registrato due importanti novità.

La prima novità riguarda il Protocollo di Legalità, un accordo tra istituzioni e enti a vario titolo coinvolti nella costruzione della linea 4 della metropolitana di Milano (Concessionaria, Costruttori, associazioni datoriali, sindacati, enti di controllo) con una importante funzione di  contrasto ai rischi di infiltrazione mafiosa e di verifica della sicurezza e della regolarità dei cantieri di lavoro.

In data 19 luglio 2021, M4 Spa,  Comune di Milano e Prefettura di Milano hanno sottoscritto un Addendum che aggiorna le previsioni del Protocollo di Legalità originale, siglato nel 2014.

Le modifiche riguardano in particolare la disciplina dei controlli antimafia e le modalità di determinazione del valore delle sanzioni, e prendono spunto dalle nuove Linee Guida sancite dal CIPE in materia.

La seconda novità riguarda le modalità di attuazione delle previsioni del Protocollo di Legalità: M4 ha recentemente sviluppato una piattaforma informatica dedicata denominata SILEG M4, di proprietà della stessa Concessionaria. SILEG M4 è stata studiata e realizzata insieme a Sirti per consentire una gestione efficace ed agile del processo di verifica dei requisiti del Protocollo di Legalità integrandolo con il monitoraggio dei flussi finanziari del Protocollo MGO. Si tratta di uno strumento unico e avanzato, di semplice uso, che M4 ha promosso e realizzato al fine di valorizzare l’esperienza accumulata in anni di lavoro. L’intenzione della Concessionaria è di rendere SILEG M4 disponibile ad altri enti, pubblici e privati, che vogliano utilizzarla al fine di massimizzare l’efficacia dei controlli di legalità e delle verifiche antimafia, affinché non un solo euro pubblico – tra i molti milioni  di euro che saranno prossimamente disponibili grazie al PNRR e ai fondi europei – finisca nelle mani della criminalità.

MANUFATTO WASHINGTON: ATTIVITA’ DI POSA DEI SOTTOSERVIZI

Per consentire la posa definitiva dei sottoservizi nel cantiere del manufatto Washington, da giovedì 22 luglio, l’area di lavoro si estenderà sul marciapiede di via Foppa lato civici dispari. Il passaggio pedonale sarà sempre garantito tramite un percorso protetto che attraverserà il cantiere e consentirà l’accesso ai civici e ai negozi interessati dall’intervento.

Queste attività produrranno rumori e vibrazioni nella fase di apertura del manto stradale, necessaria per poi posare i sottoservizi (cavi delle telecomunicazioni ecc.). Ci scusiamo per il disagio.

STAZIONE BOLIVAR: ATTIVITA’ DI POSA DEI SOTTOSERVIZI

Per consentire la posa definitiva dei sottoservizi nel cantiere della stazione Bolivar, da mercoledì 30 giugno, l’area di lavoro si estenderà sul marciapiede di via Foppa lato civici pari. Il passaggio pedonale sarà sempre garantito tramite un percorso protetto che attraverserà il cantiere e consentirà l’accesso ai civici e ai negozi interessati dall’intervento.

Queste attività produrranno rumori e vibrazioni nella fase di apertura del manto stradale, necessaria per poi posare i sottoservizi (cavi delle telecomunicazioni ecc.). Ci scusiamo per il disagio.

VIALE ARGONNE: RIAPERTURA MARCIAPIEDE TRA VIA BIRAGO E VIA ILLIRICO

Giovedì 10 giugno sarà riaperto un altro tratto di marciapiede in viale Argonne, nella parte compresa tra via Birago e via Illirico. Le recinzioni di cantiere rimarranno a protezione delle scale di accesso della futura stazione M4, e per consentire i lavori sulla fognatura all’incrocio con via Birago.

Per questa ragione, il 7 e l’8 giugno si procederà alla riasfaltatura dell’area interessata. L’accesso agli edifici sarà sempre garantito.

 

RIAPRE TUTTO IL MARCIAPIEDE DI VIALE ARGONNE (LATO NORD CANTIERE SUSA) E NUOVO PASSAGGIO PEDONALE IN PIAZZA TRICOLORE

Proseguono i restringimenti dei cantieri M4 sulla tratta est. Dopo la riduzione del cantiere per gli accessi alla stazione Susa di via Dall’Ongaro, da lunedì 31 maggio sarà possibile riaprire anche tutto il marciapiede nord di viale Argonne, a eccezione dell’area delle scale.

In piazza Tricolore è stato invece aperto un passaggio pedonale diretto tra viale Premuda e viale Piave, che consente di non fare più l’intero giro della piazza.

RIAPRE LA VIABILITA’ DI VIA FOPPA DA VIA WASHINGTON A VIA STENDHAL. VIA DEI GRIMANI DIVENTA A DOPPIO SENSO

Grazie alla riduzione del cantiere M4, da lunedì 31 maggio tornerà la viabilità in entrambi i sensi di marcia di via Foppa da via Washington a via Stendhal, con la riapertura di via dei Grimani nel tratto che consente la svolta verso piazza Napoli. Contestualmente, la stessa via dei Grimani diventerà a doppio senso di circolazione fino a piazza De Agostini. Questo percorso riguarderà anche il ripristino del passaggio in via Foppa della linea ATM 50 entro la fine del mese di luglio 2021.

STAZIONE SUSA: RIAPRE VIA DALL’ONGARO VERSO VIALE ARGONNE

Da lunedì 24 maggio il cantiere per la realizzazione delle scale della stazione Susa si restringerà, riaprirà quindi la corsia di via dall’Ongaro che consente la svolta in viale Argonne.

Per gestire in sicurezza il cambio di viabilità, nella giornata di lunedì la zona interessata sarà presidiata dalla Polizia Locale.

FRATTINI: SI RIDUCE IL CANTIERE, GLI SPAZI TORNANO FRUIBILI

Per l’estate i nuovi spazi, anche per piccoli eventi, su metà piazza.

Tre alberi devono essere sostituiti perché a serio rischio di caduta

Proseguono i lavori per la realizzazione della Stazione Frattini di M4  e, di conseguenza, si riducono le dimensioni di diversi cantieri. In particolare, è in dirittura di arrivo la restituzione alla fruizione pubblica di metà Piazza Frattini, con il ridimensionamento dell’area di lavoro che sarà limitata alla parte orientale. L’area restituirà è circa la metà della circonferenza centrale della piazza, nel lato verso periferia. L’area è restituita provvisoriamente, in quanto poi successivamente dovrà essere completamente riqualificata secondo il progetto approvato e che sarà illustrato sulle cesate.

La nuova sistemazione provvisoria della piazza a disposizione dei cittadini prevede, oltre a percorsi pedonali, uno spazio con terreno vegetale e un’area cani sul lato Sud; uno spazio con pavimentazione con ghiaia addensata sarà invece realizzato sul lato Nord-Ovest e potrà essere utilizzato anche per piccoli eventi. L’area sarà illuminata provvisoriamente con l’illuminazione generale della piazza e alcuni fari provvisori. L’area sarà accessibile attraverso due passaggi pedonali semaforizzati in connsessione con via Lorenteggio e via Bartolomeo D’Aviano.

In collaborazione con il Municipio 6 lavoreremo per far utilizzare al meglio ai cittadini questa parte di cantiere restituita ai cittadini.

I lavori di sistemazione dovrebbero durare poco più di un mese e quindi l’area sarà fruibile per l’estate.

Nel frattempo, tre alberi presenti in piazza Frattini dovranno essere rimossi – perché a serio rischio di caduta (“classe di rischio fitostatico ‘D’ di gravità estrema”) – e saranno sostituiti con nuove essenze arboree. Quest’intervento si è reso necessario per tutelare la sicurezza dei cittadini. Gli alberi sono infatti vicini a punti di passaggio obbligato, compresa una fermata dell’autobus.  

Frattini new

ASSE FOPPA-FRATTINI: RIAPRONO I PRIMI TRATTI DI STRADA E TORNA FRUIBILE PIAZZA FRATTINI

Da lunedì 3 maggio le prime riaperture alla viabilità. A breve anche la “riapertura” di piazza Frattini. Entro luglio torna su via Foppa la linea 50 Atm.

Proseguono i lavori e si riducono diversi cantieri nella Tratta Ovest di M4, la nuova metropolitana di Milano. Così possono essere attivate modifiche migliorative alla viabilità e riaperture di tratti stradali e marciapiedi, oltre al ripristino delle linee Atm. Saranno anche riconsegnate ai cittadini aree pubbliche per la loro fruizione. 

L’assessore alla Mobilità Marco Granelli, nel corso di un incontro al Municipio 6, ha annunciato nel dettaglio il calendario dei primi interventi: per quanto riguarda l’area compresa tra le stazioni M4 California (ex Stazione Foppa) e Bolivar da lunedì prossimo, 3 maggio, sarà riaperta alla viabilità via Foppa – direzione centro – nel tratto da via Washington a via Trezzo d’Adda, mentre entro maggio sarà aperta anche in direzione periferia a seguito della realizzazione di un necessario impianto semaforico. Tornerà invece a luglio la linea 50 Atm su via Foppa a seguito di altri arretramenti del cantiere. 

Sono invece già in corso i lavori per la restituzione alla fruizione pubblica di metà Piazza Frattini, con il sensibile ridimensionamento del cantiere. Qui è prevista anche la realizzazione di un’area cani (lato Sud) e di uno spazio che potrà essere utilizzato anche per piccoli eventi (lato Nord-Ovest) e percorsi pedonali. I lavori di sistemazione dovrebbero durare poco più di un mese e quindi l’area sarà fruibile per l’estate. Nel frattempo, tre alberi presenti in piazza Frattini dovranno essere rimossi – perché a serio rischio di caduta (“classe di rischio fitostatico ‘D’ di gravità estrema”) – e saranno sostituiti con nuove essenze arboree. Quest’intervento si è reso necessario per tutelare la sicurezza dei cittadini. Gli alberi sono infatti vicini a punti di passaggio obbligato, compresa una fermata dell’autobus.  

Nell’area della Stazione M4 Tolstoj, invece, da mercoledì 5 maggio il cantiere si sposterà verso il lato nord di via Lorenteggio. Resterà percorribile il passaggio pedonale sotto i porticati e verranno posizionate alcune cesate trasparenti per ridurre l’impatto visivo del cantiere; la viabilità sarà garantita in entrambi i sensi di marcia spostandosi sul lato sud (civici dispari).

Scarica la presentazione

STAZIONE CALIFORNIA: ATTIVITA’ DI POSA SOTTOSERVIZI

Per consentire la posa definitiva dei sottoservizi nel cantiere della stazione California, da sabato 17 aprile per circa 5 mesi, l’area di lavoro si estenderà sul marciapiede di via Foppa lato civici dispari. Il passaggio pedonale sarà sempre garantito tramite un percorso protetto che attraverserà il cantiere e consentirà l’accesso ai civici e ai negozi interessati dall’intervento.

Queste attività produrranno rumori e vibrazioni nella fase di apertura del manto stradale, necessaria per poi posare i sottoservizi (cavi delle telecomunicazioni ecc.). Ci scusiamo per il disagio.

STAZIONE SEGNERI: ATTIVITA’ DI POSA SOTTOSERVIZI

Per consentire la posa definitiva dei sottoservizi nel cantiere della stazione Segneri, da lunedì 12 aprile per circa 5 mesi, l’area di lavoro si estenderà sul marciapiede di via Segneri, lato civici dispari. Il passaggio pedonale, nella parte interessata da quest’intervento, sarà temporaneamente chiuso, i pedoni potranno utilizzare il marciapiede sul lato opposto. Queste attività produrranno rumori e vibrazioni nella fase di apertura del manto stradale, necessaria per poi posare i sottoservizi (cavi delle telecomunicazioni ecc.). Ci scusiamo per il disagio.

Entro fine aprile, invece, l’ingresso del cantiere all’incrocio con via dei Sanniti arretrerà, consentendo alle auto la svolta a senso unico da via Segneri a via Manzano.

STAZIONE GELSOMINI: ATTIVITA’ DI POSA SOTTOSERVIZI

Per consentire la posa definitiva dei sottoservizi nel cantiere della stazione Gelsomini, da lunedì 8 marzo per circa 5 mesi, l’area di lavoro si estenderà sul marciapiede sud di via Lorenteggio (civici dispari), nella parte compresa tra via Odazio e largo dei Gelsomini. Il passaggio pedonale, nella parte interessata da quest’intervento, sarà temporaneamente chiuso, i pedoni potranno utilizzare il marciapiede nord, sul lato opposto.

Queste attività produrranno rumori e vibrazioni nella fase di apertura del manto stradale, necessaria per poi posare i sottoservizi (cavi delle telecomunicazioni ecc.).

Ci scusiamo per il disagio.

 

Gelsomini

STAZIONE TRICOLORE: ATTIVITA’ DI MONTAGGIO GRU

Per consentire le attività di montaggio della gru che sarà utilizzata per la posa degli elementi prefabbricati necessari per la costruzione del mezzanino della stazione Tricolore, sabato 6 marzo, dalle 6 alle 18, sarà momentaneamente interrotta la viabilità in direzione centro, nel tratto di corso Concordia compreso tra piazza Risorgimento e piazza Tricolore. Nelle ore interessate dall’intervento i bus 54 e 61, solo verso il centro città, dalla fermata di piazza Risorgimento seguiranno il seguente percorso: via C. Pisacane, piazza Fratelli Bandiera, via Bellotti, Via De Bernardi, viale Majno e corso Monforte, da qui riprenderanno il normale tragitto.

Rimarrà sempre garantito l’ingresso ai residenti e a eventuali mezzi di soccorso, grazie a un presidio del personale di cantiere e della polizia locale.  

Al termine dei lavori di montaggio la viabilità sarà ripristinata.

Ci scusiamo per il disagio.

STAZIONE DE AMICIS: SPOSTAMENTO DEL MURO MEDIOEVALE

Nel cantiere per la costruzione della stazione De Amicis è in corso lo spostamento di una imponente struttura muraria di interesse archeologico. Il lato posizionato lungo l’asse di via De Amicis è parallelo al muro rinvenuto nelle precedenti fasi dei lavori, già smontato e posizionato temporaneamente in uno dei campi base della linea 4 per essere poi rimontato all’interno della stazione stessa, e verosimilmente costituisce la sponda nord del Naviglio di San Girolamo. Il lato parallelo a via Cesare Correnti invece potrebbe essere connesso alla Pusterla dei Fabbri o al reticolo idraulico di epoca tardo antica o medioevale. Non si esclude però che la struttura possa anche essere la fondazione di una torre con funzioni difensive o legate alla presenza dell’acqua in ingresso a Milano.

Per fare maggiore luce sulle origini della struttura e le sue funzioni, su indicazioni della Soprintendenza, M4 sta curando la redazione di una pubblicazione monografica che, oltre agli approfondimenti storico topografici, a studi conoscitivi sulla composizione materica e sulla tecnica costruttiva, a cura di esperti della materia, racconterà anche le varie fasi di lavoro in cantiere per lo smontaggio e la sua ricollocazione.

La struttura è imponente e monumentale sia da un punto di vista delle dimensioni (altezza di circa 2,5m, lunghezza dei lati di circa 10m, spessore maggiore di 2m) sia della sua fattura. È composta da blocchi in pietra lavorati a bugnato, con i segni degli incastri per le “olivelle”, la presenza di elementi funzionali ad un sistema per la regolamentazione delle acque. Si tratta probabilmente di materiali di recupero provenienti da monumenti di epoca romana quali il Teatro o l’Anfiteatro. Ed è proprio nell’area dove sorgeva l’Anfiteatro romano che il muro verrà ricollocato dopo lo smontaggio e la rimozione dall’area del cantiere M4.

L’area dell’Anfiteatro romano è oggi oggetto di lavori di riqualificazione a cura della Soprintendenza per la creazione del futuro “Pan”, il Parco Amphitheatrum naturae, il più vasto parco archeologico della Lombardia, situato nel cuore della città, tra via Arena e via Conca del Naviglio, al Ticinese. In quell’area verrà creato con il verde, fra siepi e cespugli di bosso, mirto, ligustri e oltre cento cipressi, un nuovo grande giardino ellittico attorno alla pianta dell’anfiteatro, ricostruito sul modello di quello che esisteva in epoca romana; un progetto di “archeologia green” ispirato al tema della simbiosi fra vegetazione e resti archeologici.

VIA GATTO: INIZIO LAVORI PER RITORNO ALLA VIABILITA’ ORIGINARIA

Da lunedì 25 gennaio, per circa due settimane, inizieranno i lavori per il ripristino della viabilità originaria nel tratto di via Gatto che porta in viale Forlanini. La circolazione tornerà quindi a essere come prima dell’inizio dei lavori M4.

Nella parte che porta all’incrocio con viale Forlanini, non sarà più consentita la svolta a destra su via Gatto, che sarà nuovamente a senso unico.