#lablu

Stazione San Babila

SAN BABILA: QUESTA NOTTE SOSPESA L’ACQUA PRESSO ALCUNI CIVICI DI CORSO EUROPA, GALLERIA STRASBURGO E VIA DURINI

Per consentire l’effettuazione di alcuni lavori, questa notte (tra venerdì 12 e sabato 13 gennaio), dalle ore 23.30 alle ore 4, sarà sospesa l’erogazione dell’acqua potabile presso i civici dal n.10 al n. 22 di Corso Europa, presso i civici 1 , 2 e 3 di Galleria Strasburgo e presso il civico 28 di via Durini. Le utenze interessate sono già state informate.

S. BABILA: AL VIA LA TERZA E DEFINITIVA FASE DEL CANTIERE

Da lunedì 8 gennaio, come da programma, è previsto l’avvio della terza e definitiva fase nella configurazione del cantiere della Stazione S. Babila.

Il cantiere si “allungherà” lungo corso Europa, arrivando fino all’altezza del civico 18 ove sarà possibile attraversare la strada, e prevede una riduzione del marciapiede sul lato dei numeri civici pari.

SAN BABILA. MERCOLEDI’ 22 NOVEMBRE RIAPRE VIA CAVALLOTTI, GIOVEDI’ 23 CHIUDE CORSO EUROPA

Nuova fase per il cantiere della stazione. Modifiche al trasporto pubblico, segnaletica commerciale e potenziamento dell’illuminazione pubblica 

Prosegue la costruzione della stazione di San Babila. Per questo cantiere di grande importanza, con l’obiettivo di ridurre il più possibile i disagi su viabilità e attività commerciali, è stato pensato un programma in due fasi distinte, già presentato in anteprima a residenti e commercianti della zona.

La prima fase scatterà nei prossimi giorni, la seconda a gennaio, dopo le festività.

Da mercoledì 22 novembre, dopo le ore 9, riaprirà al traffico via Cavallotti con un senso unico di marcia, da largo Augusto verso corso Europa.

Da giovedì 23 novembre, il cantiere su corso Europa si allargherà occupando tutta la carreggiata da largo Toscanini e sino all’altezza delle Gallerie Strasburgo e San Carlo.

Il tratto successivo di corso Europa (dal cantiere all’incrocio con via Cavallotti) sarà invece percorribile nel doppio senso di marcia. Su tutto il corso sarà garantito il passaggio pedonale con la previsione di uno spazio più ampio all’altezza di largo Toscanini. Il passaggio pedonale per attraversare corso Europa sarà posizionato proprio all’altezza delle Gallerie San Carlo e Strasburgo.

Di conseguenza, chiuderà al transito stradale largo Toscanini nel tratto da via Durini verso corso Europa. Percorrendo via Durini, quindi, sarà possibile solamente girare a destra su via Borgogna in direzione via Mascagni.

Questa nuova fase del cantiere comporterà alcune modifiche al trasporto pubblico locale. Come illustrato dettagliatamente da Atm sul proprio sito (www.atm.it) e lungo le fermate delle linee interessate con apposita cartellonistica, a partire dalla mattinata di mercoledì 22 novembre le linee 54, 73, 84 – direzione centro – da largo Augusto transiteranno in via Cavallotti ed effettueranno fermata di fronte al civico 13 della via, per proseguire in corso Europa e riprendere il loro percorso abituale. La linea 60 manterrà l’attuale tracciato fino al giorno 23 novembre quando farà il percorso regolare fino a largo Augusto poi, invece di svoltare in via Durini, proseguirà in via Cavallotti, corso Europa, via Verziere dove effettuerà la fermata di capolinea. La linea 61 aggiungerà una fermata, già effettuata dalla linea 54, in via Durini, dopo largo Augusto. Le notturne NM1-NM3 modificheranno il precorso dalla sera del 22 novembre; mentre le notturne N15-N24-N27 modificheranno il percorso dalla sera del 24 novembre.

Tutte le linee in direzione periferia manterranno gli attuali percorsi.

Contestualmente con la nuova configurazione del cantiere, il Comune ha deciso di potenziare l’illuminazione pubblica al fine di aumentare il senso di sicurezza e migliorare la fruibilità dell’area per i cittadini e le attività presenti. Si è quindi deciso di disporre 14 proiettori su pali dedicati, installati a ridosso delle cesate di cantiere disposti a distanze variabili sia su piazza San Babila che lungo corso Europa. L’istallazione è prevista tra fine novembre e inizio dicembre.

Inoltre, nei prossimi giorni verranno installati sulle cesate i pannelli informativi per la localizzazione degli esercizi commerciali penalizzati dal cantiere. Anche a San Babila – così come in molti dei cantieri M4 compresi tra via Lorenteggio e corso Plebisciti – sono già state installate le luminarie natalizie come previsto dal piano di comunicazione della nuova linea di metropolitana che verranno accese ad inizio dicembre.

Una successiva fase nello sviluppo del cantiere della stazione di San Babila scatterà a gennaio, dopo le festività natalizie, quando è previsto l’ampliamento del cantiere su corso Europa.

 

 

Al via la nuova fase del cantiere di San Babila: da venerdì 27 ottobre modifiche alla viabilità

Tre momenti per consentire l’avanzamento dei lavori e ridurre l’impatto su circolazione e attività commerciali. A metà novembre la riapertura di via Cavallotti 

Proseguono i lavori per la costruzione della stazione San Babila della M4, la nuova metropolitana di Milano. In particolare, per ridurre l’impatto delle lavorazioni su viabilità e attività commerciali, è stato messo a punto un piano in più fasi relativo all’ampliamento del cantiere che si svilupperà tra largo Toscanini e corso Europa.

Nel dettaglio, la prima fase si aprirà nella giornata di venerdì 27 ottobre quando sarà chiuso al traffico l’ultimo tratto di via Borgogna verso largo Toscanini. Non sarà quindi più possibile svoltare a sinistra per imboccare corso Europa che, in questa prima fase, continuerà ad essere raggiungibile da via Durini. 

In questo modo sarà possibile iniziare la realizzazione dei diaframmi, ossia le pareti in cemento armato poste lungo il perimetro delle stazioni nel cantiere di San Babila proprio nell’area di largo Toscanini.

Da venerdì 17 novembre sarà invece riaperta al traffico via Cavallotti, agevolando così la circolazione tra largo Augusto e corso Europa. Successivamente, da martedì 21 novembre, avrà inizio la seconda fase del cantiere di San Babila: chiuderà il transito stradale da via Durini verso corso Europa. Percorrendo via Durini, quindi, sarà possibile solamente girare a destra su via Borgogna in direzione Mascagni.

Questa misura permetterà al cantiere lungo corso Europa di allargarsi occupando tutta la sede stradale (sarà garantito il passaggio pedonale con la previsione di uno spazio più ampio all’altezza di largo Toscanini). Contestualmente, però, il cantiere si accorcerà, “retrocedendo” lungo corso Europa fino alle gallerie San Carlo e Strasburgo dove sarà presente il passaggio pedonale per attraversare il Corso. In questo modo sarà possibile la realizzazione dei diaframmi anche sulla prima parte di corso Europa ed evitare ritardi nella realizzazione dell’opera, liberando dal cantiere una parte del Corso che sarà percorribile in entrambi i sensi di marcia.

Una terza fase nello sviluppo del cantiere della stazione di San Babila scatterà a gennaio, dopo le festività natalizie, quando è previsto l’ampliamento del cantiere su corso Europa.

Fase 1

Fase 1 def

Fase 2

Fase 2 def

Fase 3

Fase 3

 

 

 

INTERRUZIONE DELLA FORNITURA D’ACQUA TRA LARGO BERSAGLIERI E LARGO AUGUSTO NELLA NOTTE TRA VENERDI’ 21 E SABATO 22 LUGLIO

 

Si informa che per consentire alcune lavorazioni verrà interrotta la fornitura d’acqua dalle ore 23:30 di venerdì 21 luglio alle ore 5:30 di sabato 22 luglio presso le utenze di corso Europa 2 e lato civici dispari dal numero 5 al numero 13, via Cavallotti lato civici pari dal numero 8 al numero 14 e lato civici dispari dal 13 al 17, Largo Bersaglieri nei civici 2, 9 e 11, largo Augusto 1, 1/A e 3.

Stazione San Babila: seconda fase di realizzazione diaframmi

In questi giorni inizierà la seconda fase di realizzazione dei diaframmi – che sarà completata entro la prima settimana di febbraio – all’interno dell’area di cantiere della stazione San Babila. Quest’attività è suddivisa in fasi perché alternata allo spostamento dei sottoservizi, e durerà fino ad aprile 2017. I diaframmi sono pareti in cemento armato realizzate al di sotto del piano stradale, poste lungo il perimetro delle stazioni e dei manufatti, che sostengono il terreno, evitando che possa cedere durante lo scavo e le successive attività di costruzione delle stazioni o manufatti della metropolitana. Un escavatore realizzerà uno scavo a pianta rettangolare della profondità di diverse decine di metri per delinearne il perimetro, immettendo materiale argilloso (una miscela di acqua e bentonite) che consente un sostegno del terreno a breve termine. In seguito, verranno calate delle gabbie d’acciaio che costituiscono l’armatura del diaframma; gli scavi vengono poi riempiti di calcestruzzo. Lo strato superiore di calcestruzzo, sarà poi rimosso con appositi martelli demolitori (questa attività è detta “scapitozzatura”), per poter realizzare la trave di coronamento che serve a unire tutti i diaframmi.

Questa lavorazione potrà produrre rumore, generato dall’escavatore, dagli impianti (pompe e motori), dagli attriti che si generano nell’attività; e vibrazioni, causate dall’azione della ganascia di acciaio, che penetra con forza e in profondità nel terreno. Per la realizzazione dei diaframmi il costruttore è autorizzato al lavoro su doppio turno 6.00 – 14.00 e 14.00 – 22.00, dal lunedì al sabato.

San Babila: riapertura temporanea di via Cavallotti e cantiere mobile in c.so Europa

A partire da sabato 3 dicembre p.v. via Cavallotti riapre temporaneamente al traffico veicolare fino al 9 gennaio. Da lunedì 5 dicembre, a seguito dell’autorizzazione rilasciata dalla Soprintendenza, riprendono i lavori sulla fognatura lungo c.so Europa  in corrispondenza dell’incrocio tra via Cavallotti e l.go Corsia dei Servi; il cantiere avrà durata di circa 4 mesi e si sposterà progressivamente con l’avanzamento dei lavori.

Sempre su c.so Europa, nel tratto compreso tra la Galleria Strasburgo e il Mc Donald’s, si apre un cantiere mobile per la realizzazione di scavi archeologici. Contestualmente viene rimosso il cantiere collocato in corso Europa (fronte galleria San Carlo) con conseguente riposizionamento del capolinea del bus ATM.

Stazione San Babila: inizio prima fase di realizzazione dei diaframmi

Tra giovedì 1 e venerdì 2 dicembre*, inizierà la prima fase di realizzazione dei diaframmi – che sarà completata entro metà dicembre – all’interno dell’area di cantiere della stazione San Babila. Quest’attività sarà alternata allo spostamento dei sottoservizi e durerà fino ad aprile 2017.

I diaframmi sono pareti in cemento armato realizzate al di sotto del piano stradale, poste lungo il perimetro delle stazioni e dei manufatti, che sostengono il terreno, evitando che possa cedere durante lo scavo e le successive attività di costruzione delle stazioni o manufatti della metropolitana.

Un escavatore realizzerà uno scavo a pianta rettangolare della profondità di diverse decine di metri per delinearne il perimetro, immettendo materiale argilloso (una miscela di acqua e bentonite) che consente un sostegno del terreno a breve termine. In seguito, verranno calate delle gabbie d’acciaio che costituiscono l’armatura del diaframma; gli scavi vengono poi riempiti di calcestruzzo. Lo strato superiore di calcestruzzo, sarà poi rimosso con appositi martelli demolitori (questa attività è detta “scapitozzatura”), per poter realizzare la trave di coronamento che serve a unire tutti i diaframmi.

Questa lavorazione potrà produrre rumore, generato dall’escavatore, dagli impianti (pompe e motori), dagli attriti che si generano nell’attività; e vibrazioni, causate dall’azione della ganascia di acciaio, che penetra con forza e in profondità nel terreno. Per la realizzazione dei diaframmi il costruttore è autorizzato al lavoro su doppio turno 6.00 – 14.00 e 14.00 – 22.00, dal lunedì al sabato.

Il giorno di S. Ambrogio i lavori proseguiranno come da programma; il costruttore può effettuare questo tipo di lavorazione con apposita “deroga al rumore” rilasciata dal Comune di Milano comprensiva di tutte le prescrizioni che tengano conto sia del tipo di lavorazione in corso, sia dell’orario in cui viene svolta.

*L’inizio di quest’attività dipende dalle condizioni metereologiche.

Online la presentazione dei cantieri M4 relativi a Stazione San Babila e Manufatto Augusto

È online la presentazione dei cantieri M4 relativi alla Stazione San Babila e al Manufatto Augusto mostrata durante l’incontro dedicato ai residenti, amministratori/proprietà e commercianti della zona di lunedì 14 novembre 2016 presso la sede del Municipio 1 in via Marconi 2.


All’appuntamento hanno partecipato gli assessori, Marco Granelli e Cristina Tajani, Fabio Terragni Presidente di M4 Spa, i tecnici di MM Spa, del Comune di Milano e la Polizia Locale. Nell’ambito dell’incontro sono state illustrate le prossime fasi dei cantieri, i cambi di viabilità e dei percorsi di alcune linee di trasporto pubblico.

L’occasione è stata utile anche per recepire le richieste e le esigenze di chi vive e lavora nella zona interessata dai lavori, lo sforzo di tutti gli operatori coinvolti nella realizzazione dell’opera è finalizzato a ridurre il più possibile i disagi.

La presentazione è scaricabile in pdf.

14 11 16 Presentazione Incontro ST San Babila MN Augusto web

STAZIONE SAN BABILA: LAVORAZIONI IN ORARIO NOTTURNO SULLA RETE IDRICA

A partire dalle ore 22 di venerdì 18 novembre fino alle ore 4 di sabato 19 novembre presso il cantiere M4 della futura stazione San Babila sono programmate alcune lavorazioni per la risoluzione di interferenze con l’acquedotto e il successivo riallaccio alla rete idrica. Per questa ragione, a partire dalle ore 20.00 di venerdì viene sospesa la fornitura d’acqua con avvio dei lavori alle 22.00.


L’intervento si svolgerà in orario notturno per ridurre al minimo il disagio sulle attività urbane della zona, in quanto nel corso della notte potrebbero verificarsi riduzioni o interruzioni nell’erogazione dell’acqua. Le attività si svolgeranno nel rispetto dei limiti di emissione acustica autorizzati in deroga ai sensi dell’art. 6 della L.447/95.

Incontro pubblico di presentazione cantieri relativi a Stazione San Babila e Manufatto Augusto

Lunedì 14 novembre p.v. dalle 17:30 alle 19:30 presso la sede del Municipio 1, via Guglielmo Marconi 2, si terrà l’incontro dedicato ai lavori M4 che interessano i seguenti cantieri:


• Stazione San Babila • Manufatto Augusto

Si farà il punto sullo stato di avanzamento dei lavori, si ricapitoleranno i bandi predisposti dall’Amministrazione a sostegno di chi vive e lavora nelle aree interessate dai cantieri, oltre a confrontarsi sulle istanze del territorio. >All’appuntamento prenderanno parte gli assessori, Cristina Tajani e Marco Granelli, oltre ai tecnici e ai settori che, a vario titolo, si stanno occupando della realizzazione dell’opera. L’invito è rivolto ai comitati di cittadini, ai commercianti e agli amministratori/proprietà degli stabili delle zone oggetto dell’incontro.

Stazione San Babila: apertura cantiere

Martedì 28 giugno 2016 iniziano i lavori di allestimento del cantiere per la realizzazione della Stazione San Babila. Per questa ragione, martedì piazza San Babila sarà chiusa parzialmente al traffico tra Largo Toscanini e Corso Monforte, con eccezione per moto, bici e taxi che potranno circolare fino a giovedì 30 giugno, giorno in cui piazza San Babila verrà chiusa totalmente al traffico.

M4: firmata la convenzione e il contratto di finanziamento

La presidente Laura Brambilla: “Sottoscrizione nel primo giorno utile è segnale di fiducia e responsabilità verso la città”

22 dicembre 2014 – Oggi sono state poste le ultime due firme per la realizzazione della linea M4: con la prima relativa alla sottoscrizione della convenzione, la neo costituita SPV M4 assume pieno titolo per procedere alla realizzazione dell’opera. Con la seconda firma, i Soci privati (Salini Impregilo, Astaldi, AnsaldoBreda, Ansaldo STS, ATM e Sirti) e il Comune di Milano (nella qualità di socio della SPV), hanno sottoscritto un contratto di finanziamento fino a 516,5 milioni di euro quale finanziamento il cui reperimento era a carico dei privati.