#lablu

Manufatto Foppa

MANUFATTO FOPPA: RIAPERTA AL TRANSITO VIA FOPPA DAL CIVICO 10 FINO A VIA CARAVAGGIO

Nel pomeriggio di giovedì 15 febbraio, è stato riaperto alla circolazione il tratto di via Foppa (dal civico 10 all’incrocio con via Caravaggio) in direzione piazza Bolivar.

Con un mese di anticipo sul programma si sono infatti conclusi i lavori per la realizzazione dei diaframmi per le future uscite di sicurezza e delle prese d’aria di ventilazione che avevano reso necessaria l’estensione alla sede stradale del cantiere del manufatto Foppa.

MANUFATTO FOPPA. DA MARTEDI’ 16 GENNAIO PER DUE MESI CHIUDE AL TRANSITO VIA FOPPA DAL CIVICO 10 FINO A VIA CARAVAGGIO

Da domani, martedì 16 gennaio, e fino a metà marzo il cantiere del manufatto Foppa si estenderà alla sede stradale all’altezza del civico 10 di via Foppa fino all’incrocio con via Caravaggio per consentire la realizzazione dei diaframmi per le future uscite di sicurezza e delle prese d’aria di ventilazione. La circolazione, in questo tratto, sarà quindi temporaneamente interrotta in direzione piazza Bolivar. Gli accessi ai passi carrai, ai mezzi di sicurezza e i passaggi pedonali saranno sempre garantiti.

La realizzazione dei diaframmi potrà produrre rumore e vibrazioni a causa dell’escavatore, degli impianti (pompe e motori), degli attriti che si generano nell’attività e per l’azione della ganascia di acciaio che penetra nel terreno. Per lo spostamento di materiali voluminosi, si potranno rendere necessarie delle brevi interruzioni del transito anche a maggior tutela delle persone. Le zone interessate saranno presidiate da addetti di cantiere e dalla Polizia Locale, che eventualmente regoleranno le interruzioni per effettuare le operazioni nella massima sicurezza e per arrecare il minor disagio a chi deve transitare. Il costruttore è autorizzato al lavoro su doppio turno, dalle ore 6 alle ore 14 e dalle 14 alle 22 dal lunedì al sabato. 

Mn foppa

Stazione e manufatto Foppa: nuove fasi di cantiere e cambi di viabilità

I lavori per la realizzazione della stazione e del manufatto Foppa nei prossimi giorni entrano in una nuova fase. In entrambi i cantieri sono previste delle attività che rendono necessaria una nuova configurazione delle rispettive aree di lavoro, comportando temporanei cambi di viabilità.

Manufatto Foppa

Per consentire la realizzazione del collegamento con la galleria che verrà scavata dalle “talpe” (Tunnel Boring Machine), l’area di cantiere si allarga sul lato dei civici dispari:

  • Da lunedì 13 febbraio a fine luglio 2017,  nel tratto di via Foppa compreso tra via del Caravaggio e via Montevideo, in prossimità del civico 9, la viabilità in direzione centro sarà temporaneamente interrotta. L’accesso sarà sempre garantito ai residenti e ai mezzi di soccorso con l’attivazione di un senso unico alternato e la creazione di piazzole per l’inversione di marcia.

Stazione Foppa

Per consentire la realizzazione dei diaframmi e della nuova viabilità su via California si rendono necessarie le seguenti modifiche:

  • Dal 10 febbraio, ripristino del percorso della linea bus ATM 68 nel tratto tra piazza Vesuvio e via Foppa. Il bus tornerà quindi su via California, le fermate saranno quelle originarie con eccezione di quelle situate in prossimità dell’intersezione con via Foppa che saranno di nuova realizzazione in corrispondenza dei civici 24/A e 19.
  • Dal 3 marzo 2017 a fine 2018, chiusura di via Foppa in corrispondenza dell’incrocio con via California. Verrà realizzata una corsia viabilistica provvisoria su via California in direzione via Bergognone – via Solari.

La separazione delle tempistiche di attivazione del nuovo percorso del bus 68 del 10.2.2017 e della deviazione stradale del 3 marzo è necessaria per poter eseguire in sicurezza le attività di spostamento dei tubi Gas e dei cavi telecomunicazioni, propedeutiche alla nuova fase di cantiere.

Stazione Foppa: bus ATM 68 ritorna al suo percorso originario

Nell’ambito dei lavori relativi alla fase 2 del cantiere della stazione Foppa, da venerdì 10 febbraio il bus ATM 68, temporaneamente deviato su via Foppa, riprenderà il suo percorso originario.

Il bus tornerà su via California, le fermate saranno quelle originarie con eccezione di quelle situate in prossimità dell’intersezione con via Foppa che saranno di nuova realizzazione in corrispondenza dei civ. 24/A e 19.

Manufatto Foppa: avvio attività di realizzazione dei diaframmi

Con l’inizio della prossima settimana, prendono avvio le attività di realizzazione dei diaframmi all’interno dell’area di cantiere del Manufatto Foppa*. I diaframmi sono pareti in cemento armato realizzate al di sotto del piano stradale, poste lungo il perimetro delle stazioni e dei manufatti, che sostengono il terreno evitando che possa cedere durante lo scavo e le successive attività di costruzione delle stazioni o manufatti della metropolitana.


Un escavatore realizza uno scavo a pianta rettangolare della profondità di diverse decine di metri per delinearne il perimetro, immettendo materiale argilloso (una miscela di acqua e bentonite) che consente un sostegno del terreno a breve termine.

In seguito, vengono calate delle gabbie d’acciaio che costituiscono l’armatura del diaframma; gli scavi vengono poi riempiti di calcestruzzo. Lo strato superiore di calcestruzzo viene rimosso con appositi martelli demolitori (questa attività è detta “scapitozzatura”), per poter realizzare la trave di coronamento che serve a unire tutti i diaframmi. Per la realizzazione dei diaframmi il costruttore è autorizzato al lavoro su doppio turno 6.00 – 14.00 e 14.00 – 22.00, dal lunedì al sabato; il costruttore può effettuare questo tipo di lavorazione con apposita “deroga al rumore” rilasciata dal Comune di Milano comprensiva di tutte le prescrizioni che tengano conto sia del tipo di lavorazione in corso, sia dell’orario in cui viene svolta.

*Il manufatto è un’opera posta lungo la linea tra una stazione e l’altra, che ospita locali tecnici, uscite di sicurezza e accessi di pronto intervento per Vigili del Fuoco. Al termine dei lavori in superficie la situazione tornerà quella di prima, saranno visibili esclusivamente delle griglie ad altezza marciapiede, esattamente come quelle che si possono notare oggi in prossimità delle stazioni delle linee 1,2,3 e 5.