#lablu

News

Tutte le news in tempo reale per conoscere i lavori in corso nei cantieri della nuova linea M4 (manufatti, lavorazioni straordinarie, lavorazioni notturne, variazioni/chiusure/modifiche dei percorsi delle piste ciclabili), programma lavori, prossimi incontri pubblici in programma, modifiche di sosta e viabilità, modifiche/deviazioni del trasporto pubblico locale, prossimi appuntamenti dei workshop “Idee in cantiere”.

AL VIA LA RIMOZIONE DEI VECCHI TIRANTI DEI PARCHEGGI SOTTERRANEI IN PIAZZA RISORGIMENTO

 

Entrano nel vivo i lavori nel cantiere di piazza Risorgimento. Da giovedì 21 settembre, infatti, inizierà la fase di realizzazione dei diaframmi.

Durante la realizzazione dei due parcheggi interrati presenti sotto la piazza erano stati posizionati dai costruttori degli stessi, com’è prassi, dei tiranti, utili a sostenere il terreno nella prima fase di costruzione dell’opera, ossia prima della realizzazione definitiva della struttura in cemento armato.

I vecchi tiranti dei parcheggi interferiscono ora con la costruzione delle gallerie della M4, la nuova metropolitana di Milano, e per questo motivo è necessario procedere con la loro rimozione per scongiurare il rischio di danni alle frese delle Tbm, le cosiddette talpe, e conseguentemente provocare notevoli ritardi nel cronoprogramma dei lavori.

I diaframmi, la cui realizzazione durerà circa due mesi, sono pareti di cemento (in questo caso specifico non armato) che sostengono il terreno e sono previste in tutte le stazioni della linea blu.

Il cantiere di piazza Risorgimento è già attivo da qualche settimana, in quanto si sono svolte attività propedeutiche come lo spostamento dei sottoservizi. Per consentire l’ampliamento dell’area di scavo per la realizzazione dei diaframmi, dai prossimi giorni sarà necessario intervenire su alcune piante.

Secondo i tecnici, 20 piante saranno messe a dimora temporaneamente in un vivaio per essere ripiantumate in piazza Risorgimento al termine dei lavori. Cinque piante verranno invece destinate al complesso scolastico di via Rombon. Mentre un massimo di 18 piante verranno rimosse e sostituite entro primavera. Nel corso delle lavorazioni sarà verificata la possibilità di ridurre il numero di questo intervento.

Da un punto di vista viabilistico, la circolazione lungo l’asse corso Indipendenza -corso Concordia sarà sempre possibile da Est a Ovest e viceversa (periferia-centro e ritorno).

Dall’ultima settimana di settembre e fino alla fine della prima settimana di ottobre, invece, il cantiere restringerà parte della carreggiata nel tratto della piazza tra via Pisacane e via Fiamma (vedi immagine 1). Di conseguenza, la circolazione proveniente da via Carlo Pisacane dovrà deviare, percorrendo tutta piazza Risorgimento per poi girare a destra e proseguire verso via Galvano Fiamma o corso Indipendenza. La circolazione proveniente da via Galvano Fiamma e destinata a via Carlo Pisacane, invece, resterà invariata.

Successivamente, con la riapertura di tutta la carreggiata che collega via Fiamma e via Pisacane, chiuderà fino a fine ottobre il tratto di piazza Risorgimento tra via Calvi e via Poerio collegando il cantiere di piazza Risorgimento con quello di corso Concordia (vedi immagine 2). 

Il cantiere concluderà i lavori e la piazza tornerà completamente fruibile con il mese di dicembre a conclusione delle attività di ripristino ante operam.

 

1 

 

2

STAZIONI GELSOMINI E FRATTINI: ATTIVITA’ NOTTURNA DI RIASFALTATURA PER CIRCA UNA SETTIMANA

Dalla notte di lunedì 11 settembre, per una durata totale di circa una settimana, saranno effettuati interventi di riasfaltatura nei tratti interessati dai lavori della metropolitana in piazza Gelsomini e in piazza Frattini. Le attività si svolgeranno anche in strada, per questa ragione i lavori si effettueranno in orario notturno, in modo tale da ridurre al minimo l’impatto sulla circolazione, che sarà sempre garantita.

S. AMBROGIO: NUOVA FASE DI CANTIERE E RIAPERTURA ACCESSO VIA SAN VITTORE-VIA LANZONE

Da sabato 9 settembre il cantiere della stazione S. Ambrogio entra in una nuova fase che durerà fino a giugno 2018.  L’area di lavoro si estende da via San Vittore (lato opposto alla Basilica) a via Carducci 38, restringendo via Carducci  a due corsie nel tratto dell’incrocio con via San Vittore, una per ciascun senso di marcia. Contemporaneamente viene riaperto il tratto di via S.Vittore per raggiungere la Basilica e via Lanzone. Date le ristrette dimensioni delle corsie, non sarà più possibile svoltare a sinistra in via Lanzone per chi viene da via Carducci provenendo da Cadorna. Inoltre fino a fine ottobre 2017, in corrispondenza dello stesso incrocio, si attesta un cantiere per un intervento sulle tubazioni del gas.

Contestualmente, fino alla seconda metà di novembre 2017, inizia un intervento sulla fognatura sotto il marciapiede di via San Vittore (lato civici pari) – nella parte compresa tra via Carducci e via De Togni – per cui il cantiere cambia configurazione: sono previsti dei percorsi pedonali all’interno dell’area, che garantiscono sempre l’accesso alle abitazioni, agli esercizi commerciali e ai percorsi pedonali di collegamento tra via Carducci e via San Vittore.

Accesso a via San Vittore-via Lanzone

Per chi arriva da piazzale Cadorna, il nuovo percorso prevede: via De Amicis, via Carroccio, via Ariberto, via Olona, svolta a sinistra su via Carducci (grazie alla cancellazione della corsia preferenziale nel tratto tra via Olona e via S.Vittore) e svolta a destra verso via Lanzone.

Chi proviene da piazzale Aquileia, da viale Papiniano deve girare a sinistra in via Servio Tullio, per poi proseguire su via Tullo Ostilio e via Tarquinio Prisco, da qui svolta a sinistra prima su piazzale S. Agostino/via Olona, poi su via Carducci (ex preferenziale) infine a destra verso via Lanzone.

Chi proviene da piazzale Cantore/XXIV Maggio da viale Papiniano deve girare a destra in piazzale S. Agostino, per poi proseguire su via Olona e svoltare a sinistra su via Carducci (ex preferenziale) e poi a destra verso via Lanzone.

 

Scarica il volantino sulla viabilità nell’area di via Lanzone e la presentazione delle prossime fasi di lavoro nel cantiere della stazione S. Ambrogio:

FOPPA-WASHINGTON: LAVORAZIONI NOTTURNE DA LUNEDI’ 4 SETTEMBRE PER CIRCA 10 GIORNI

Per consentire la posa del nuovo condotto fognario sono previste lavorazioni notturne da lunedì 4 settembre, per una durata di circa 10-12 giorni, nel tratto di via Foppa tra il civico 51 e l’angolo con via Washington.

La scelta di svolgere questa lavorazione in orario di chiusura delle attività commerciali è stata fatta per garantire la sicurezza dei pedoni e per ridurre l’impatto sulle  attività stesse. Infatti, la vicinanza dei loro ingressi, per i quali sarebbe necessaria la posa della consueta passerella, non renderebbe possibile lo scavo.

Le attività lavorative, che si svolgeranno dal lunedì al venerdì, verranno comunque eseguite assicurando all’apertura degli esercizi commerciali tutti i passaggi pedonali.

PIAZZA RISORGIMENTO: AVVIO ATTIVITA’ DI VERIFICA DEI SOTTOSERVIZI

Venerdì 25 agosto inizierà la cantierizzazione per la verifica della presenza di sottoservizi in piazza Risorgimento. Quest’attività si rende necessaria per procedere al loro eventuale spostamento e consentire quindi il successivo intervento sui tiranti dei parcheggi interrati, preliminare al passaggio delle TBM.

Per permettere queste lavorazioni sarà recintata provvisoriamente una parte di pista ciclabile che da piazza Risorgimento porta a corso Indipendenza. In seguito il medesimo intervento sarà effettuato sul lato opposto, in direzione piazza Tricolore.

DA LUNEDI’ 28 AGOSTO DEVIAZIONE DEL TRAFFICO IN DIREZIONE CENTRO CITTA’ NEI PRESSI DEL CANTIERE TOLSTOJ

A partire da lunedì 28 agosto e fino a fine anno cambia la configurazione del cantiere della stazione Tolstoj di M4, la nuova metropolitana di Milano.

In particolare, è prevista la riduzione ad una sola corsia della carreggiata di via Lorenteggio.

Per chi la percorrerà in direzione periferia, la viabilità resterà immutata. In direzione centro città, invece, sarà attiva una deviazione in via Tito Vignoli, via Vespri Siciliani, via Tolstoj prima di rientrare in via Lorenteggio.

Anche l’autobus 50 Atm, in direzione centro, sarà interessato dalla stessa deviazione, mantenendo le attuali fermate su via Lorenteggio.

 

Scarica il Volantino

DA LUNEDI’ 21 AGOSTO RIMOZIONE POZZI NELL’AREA VERDE DI CORSO INDIPENDENZA

La talpa deve scavare ininterrottamente, giorno e notte, sette giorni su sette per realizzare le gallerie. Ma tra le Stazioni Dateo e Tricolore, a una profondità di 20/30 metri, si trovano diversi pozzi per l’acqua che hanno più di 100 anni e sono ormai da molto tempo in disuso. Alcuni di essi purtroppo si trovano proprio lungo il tracciato della Talpa che sta scavando la galleria della M4 e interferiscono con il percorso. Se venissero lasciati ne metterebbero a rischio il funzionamento oltre che interromperebbero i lavori per molto tempo. Per questo ci siamo impegnati nella ricerca e nella mappatura precisa di tutti i pozzi e abbiamo individuato tutti quelli che mettono a rischio il lavoro di scavo della Tbm. Abbiamo deciso di intervenire adesso, scavando in profondità per estrarli preventivamente.

Per questo da lunedì 21 agosto e per un periodo di circa 6 settimane saranno recintate e non fruibili dal pubblico due aree dello spazio giochi e dell’area verde situate lungo il lato Nord nei giardini di corso Indipendenza, esattamente tra le vie Ciro Menotti e Castel Morrone. Insieme, sarà interdetto anche il tratto limitrofo di pista ciclabile.

Pur provocando oggi un disagio ai cittadini, per il quale ci scusiamo, va ricordato che questo intervento eviterà domani problemi seri e un danno in termini di ritardi nei lavori perché eliminare i pozzi al passaggio della Tbm è molto più complesso, invasivo e lungo.

L’impegno di tutti è quello di ridurre al minimo la durata dei lavori per restituire le aree quanto prima ai cittadini.

Si ricorda infine che, al di fuori delle zone recintate, l’area giochi e l’area verde saranno ovviamente fruibili in piena sicurezza.

 

Parco1

M4. INIZIATA LA VESTIZIONE DEI CANTIERI CON LE INFORMAZIONI ISTITUZIONALI E COMMERCIALI

Oltre 500mq di rivestimenti vengono montati da questa mattina sulle cesate del cantiere Manufatto Washington della M4, la nuova metropolitana di Milano.

E’ iniziata, infatti, l’opera di “vestizione” con le informazioni istituzionali e commerciali, ossia nome e localizzazione dei negozi che si trovano nelle immediate vicinanze del cantiere.

Si tratta del primo cantiere in cui è possibile vedere i nuovi cartelli, la cui definizione è frutto di un percorso condiviso con Municipi, comitati e commercianti. Dopo la pausa estiva, ossia dai primi giorni di settembre, inizierà la “vestizione” degli altri cantieri, a cominciare proprio da quelli in cui è maggiore la presenza di esercizi commerciali. Tra settembre e ottobre la maggior parte dei cantieri della M4 quindi cambierà aspetto, non solo per il completamento di questa iniziativa ma grazie anche alla realizzazione dei 36 progetti di vestizione artistica frutto della call pubblica ed esposti alla Triennale nelle scorse settimane.

“In questo modo – ha detto l’assessore alla Mobilità Marco Granelli – diamo risposta ad una doppia esigenza: maggior decoro e informazione capillare. Vestire le cesate dei cantieri con i pannelli informativi, sulla linea e sulle attività presenti nel quartiere, e con i pannelli artistici realizzati dai cittadini è un esempio unico in Italia di comunicazione utile e partecipata. Vogliamo che sempre di più tutti i cantieri raccontino ai cittadini il cambiamento, aiutandoli ad accettare il disagio. Insieme abbiamo anche completato la posa di 17 segnali stradali di indirizzamento nell’area Foppa-Lorenteggio per identificare i percorsi stradali utili a raggiungere le aree commerciali penalizzati dalla presenza del cantiere”.  

“L’avvio delle operazioni di vestizione dei cantieri rappresenta un’occasione di visibilità e di supporto ai tanti negozi di vicinato coinvolti nei cantieri M4. Le Indicazioni presenti consentiranno una facile e intuitiva individuazione delle attività commerciali sia da parte dei residenti che dai fruitori delle singole zone” cosi l’Assessore alle Politiche per il Lavoro, Attività produttive e Commercio Cristina Tajani che prosegue: ”Nei prossimi mesi stiamo pensando all’individuazione di ulteriori fondi che consentano di realizzare nuovi bandi a sostegno dai singoli operatori commerciali”.

“Finalmente stiamo dando il via al primo atto di un complesso progetto di comunicazione, teso a rendere i cantieri compatibili con le esigenze della città – prosegue Fabio Terragni, Presidente M4 spa -. A settembre toccherà ai progetti proposti dai cittadini: installazioni ed eventi. E seguiranno altre iniziative. Tutte tese a fare dialogare 52 cantieri urbani e il grande progetto di M4 con le aspettative della città”.

La vestizione “informativa”, voluta da Comune di Milano e M4 spa e coordinata da MM Comunicazione, nasce dalla necessità di trasformare il cantiere in un’occasione di pubblico interesse, ponendolo al centro di un progetto più esteso di comunicazione territoriale, utilizzandone le cesate come uno strumento di informazione sulle lavorazioni in corso.

Ai pannelli dedicati al logo M4 si affiancano quelli dedicati alla rappresentazione della linea, al nome della singola stazione, alle informazioni di quello specifico cantiere, fino alle indicazioni per contattare M4. La cartellonistica informativa per le attività commerciali comprende una rappresentazione dell’insieme degli esercizi presenti nell’area, gli elenchi degli stessi e particolari indirizzamenti per singola via.

 

STAZIONE SANTA SOFIA: SOSPENSIONE DELL’EROGAZIONE DELL’ACQUA IN ALCUNI IMMOBILI TRA VIA SANTA SOFIA E CORSO ITALIA

Nella notte tra mercoledì 2 e giovedì 3 agosto – dalle 23:30 alle 5:30 – sarà sospesa l’erogazione dell’acqua in via Santa Sofia dal civico 22 al civico 32 e al civico 25 di Corso Italia. L’intervento è necessario per consentire la realizzazione del collegamento con la nuova tubazione dell’acqua nell’area interessata dai lavori della stazione Santa Sofia.

STAZIONE QUARTIERE FORLANINI: AVVIO REALIZZAZIONE DIAFRAMMI PER SCALE D’INGESSO E USCITA

Giovedì 3 Agosto inizierà l’attività di realizzazione dei diaframmi per la costruzione delle scale di ingresso e uscita all’interno dell’area di cantiere della stazione Quartiere Forlanini. Queste lavorazioni dureranno circa un mese.

I diaframmi sono pareti in cemento armato che sostengono il terreno durante lo scavo e le successive attività di costruzione. Questa lavorazione potrà produrre rumore, generato dall’escavatore, dagli impianti (pompe e motori), dagli attriti che si generano nell’attività e vibrazioni, causate dall’azione della ganascia di acciaio che penetra nel terreno, nonché dall’estrazione delle palancole che delimitano ogni pannello di diaframma.

Per queste attività il costruttore è autorizzato al lavoro dalle ore 6 alle 22 dal lunedì al sabato.

 

 

Ecco la graduatoria dei progetti per la vestizione artistica delle cesate

E’ ufficiale la graduatoria dei 61 progetti, presentati da associazioni o singoli, per la vestizione artistica delle cesate della M4 che hanno partecipato alla call pubblica voluta dall’Amministrazione comunale e M4 spa e organizzata da MM Comunicazione.

Una graduatoria scaturita dal voto “popolare”, ossia i 557 cittadini che durante la giornata di esposizione dei progetti svoltasi in Triennale lo scorso 11 luglio hanno espresso le proprie preferenze, e dal voto della giuria “tecnica”, composta da 12 membri, in rappresentanza degli assessorati alla Mobilità e al Commercio, Direzione Comunicazione di Palazzo Marino, Municipi interessati dal passaggio della “blu”, società M4 spa, MM Comunicazione e Confcommercio, oltre che da un esperto di Comunicazione e dai rappresentanti del workshop dedicato alle “Idee in Cantiere”.

Per ciascuna delle due giurie sono stati calcolati i punteggi di gradimento relativi ad ogni singolo progetto, sulla base della percentuale di indicazioni di preferenza ottenute. Il punteggio complessivo di ciascun progetto è stato calcolato attraverso la combinazione dei punteggi di gradimento espressi dalle due giurie, in cui il voto tecnico ha inciso per il 45% e quello popolare per il 55%.

La volontà del Comune e di M4 spa è quella di realizzare nel 2017 il numero maggiore possibile di progetti, fino ad esaurimento del budget destinato che corrisponderebbe ad un massimo di 35 “Idee in cantiere” (è previsto infatti un contributo di 5mila euro per ogni progetto realizzato).

Essendoci un ex aequo tra la 33° e la 36° posizione, nei prossimi giorni si verificherà con precisione la capienza del budget e il conseguente numero esatto di progetti che potranno essere realizzati nell’anno in corso.

Ancora una volta gli organizzatori ringraziano i partecipanti al workshop e gli artisti che hanno partecipato numerosi, e con progetti di grande valore, ad un percorso unico ed entusiasmante.

La graduatoria anche qui: Graduatoria.finale

Classifica ok 1

MANUFATTO VETTABBIA: INIZIO REALIZZAZIONE DIAFRAMMI

 

Lunedì 31 luglio inizieranno le attività di realizzazione dei diaframmi nel cantiere del manufatto Vettabbia per una durata di circa un mese. I diaframmi sono pareti in cemento armato realizzate al di sotto del piano stradale, poste lungo il perimetro delle stazioni e dei manufatti.

Un escavatore realizza uno scavo a pianta rettangolare della profondità di diverse decine di metri, immettendo materiale argilloso (una miscela di acqua e bentonite) in grado di sostenere la pressione esercitata dal terreno. In seguito, vengono calate delle gabbie d’acciaio che costituiscono l’armatura del diaframma, e lo scavo viene riempito di calcestruzzo. Lo strato superiore di calcestruzzo, viene poi rimosso con appositi martelli demolitori (questa attività è detta “scapitozzatura”), per poter realizzare la trave di coronamento che unirà tutti i diaframmi.

Si tratta di lavorazioni che producono rumore e vibrazioni a causa dell’escavatore, degli impianti (pompe e motori), degli attriti che si generano nell’attività e per l’azione della ganascia di acciaio che penetra nel terreno.

Il costruttore è autorizzato al lavoro su doppio turno (ore 6 – 14 e 14 – 22, dal lunedì al sabato).