#lablu

News

Tutte le news in tempo reale per conoscere i lavori in corso nei cantieri della nuova linea M4 (manufatti, lavorazioni straordinarie, lavorazioni notturne, variazioni/chiusure/modifiche dei percorsi delle piste ciclabili), programma lavori, prossimi incontri pubblici in programma, modifiche di sosta e viabilità, modifiche/deviazioni del trasporto pubblico locale, prossimi appuntamenti dei workshop “Idee in cantiere”.

SAN BABILA. MERCOLEDI’ 22 NOVEMBRE RIAPRE VIA CAVALLOTTI, GIOVEDI’ 23 CHIUDE CORSO EUROPA

Nuova fase per il cantiere della stazione. Modifiche al trasporto pubblico, segnaletica commerciale e potenziamento dell’illuminazione pubblica 

Prosegue la costruzione della stazione di San Babila. Per questo cantiere di grande importanza, con l’obiettivo di ridurre il più possibile i disagi su viabilità e attività commerciali, è stato pensato un programma in due fasi distinte, già presentato in anteprima a residenti e commercianti della zona.

La prima fase scatterà nei prossimi giorni, la seconda a gennaio, dopo le festività.

Da mercoledì 22 novembre, dopo le ore 9, riaprirà al traffico via Cavallotti con un senso unico di marcia, da largo Augusto verso corso Europa.

Da giovedì 23 novembre, il cantiere su corso Europa si allargherà occupando tutta la carreggiata da largo Toscanini e sino all’altezza delle Gallerie Strasburgo e San Carlo.

Il tratto successivo di corso Europa (dal cantiere all’incrocio con via Cavallotti) sarà invece percorribile nel doppio senso di marcia. Su tutto il corso sarà garantito il passaggio pedonale con la previsione di uno spazio più ampio all’altezza di largo Toscanini. Il passaggio pedonale per attraversare corso Europa sarà posizionato proprio all’altezza delle Gallerie San Carlo e Strasburgo.

Di conseguenza, chiuderà al transito stradale largo Toscanini nel tratto da via Durini verso corso Europa. Percorrendo via Durini, quindi, sarà possibile solamente girare a destra su via Borgogna in direzione via Mascagni.

Questa nuova fase del cantiere comporterà alcune modifiche al trasporto pubblico locale. Come illustrato dettagliatamente da Atm sul proprio sito (www.atm.it) e lungo le fermate delle linee interessate con apposita cartellonistica, a partire dalla mattinata di mercoledì 22 novembre le linee 54, 73, 84 – direzione centro – da largo Augusto transiteranno in via Cavallotti ed effettueranno fermata di fronte al civico 13 della via, per proseguire in corso Europa e riprendere il loro percorso abituale. La linea 60 manterrà l’attuale tracciato fino al giorno 23 novembre quando farà il percorso regolare fino a largo Augusto poi, invece di svoltare in via Durini, proseguirà in via Cavallotti, corso Europa, via Verziere dove effettuerà la fermata di capolinea. La linea 61 aggiungerà una fermata, già effettuata dalla linea 54, in via Durini, dopo largo Augusto. Le notturne NM1-NM3 modificheranno il precorso dalla sera del 22 novembre; mentre le notturne N15-N24-N27 modificheranno il percorso dalla sera del 24 novembre.

Tutte le linee in direzione periferia manterranno gli attuali percorsi.

Contestualmente con la nuova configurazione del cantiere, il Comune ha deciso di potenziare l’illuminazione pubblica al fine di aumentare il senso di sicurezza e migliorare la fruibilità dell’area per i cittadini e le attività presenti. Si è quindi deciso di disporre 14 proiettori su pali dedicati, installati a ridosso delle cesate di cantiere disposti a distanze variabili sia su piazza San Babila che lungo corso Europa. L’istallazione è prevista tra fine novembre e inizio dicembre.

Inoltre, nei prossimi giorni verranno installati sulle cesate i pannelli informativi per la localizzazione degli esercizi commerciali penalizzati dal cantiere. Anche a San Babila – così come in molti dei cantieri M4 compresi tra via Lorenteggio e corso Plebisciti – sono già state installate le luminarie natalizie come previsto dal piano di comunicazione della nuova linea di metropolitana che verranno accese ad inizio dicembre.

Una successiva fase nello sviluppo del cantiere della stazione di San Babila scatterà a gennaio, dopo le festività natalizie, quando è previsto l’ampliamento del cantiere su corso Europa.

 

 

S. AMBROGIO: PER UN MESE PROROGA DELL’ORARIO DI CANTIERE

Per completare gli importanti lavori di realizzazione della nuova fognatura di via San Vittore (lato civici pari) le attività di cantiere saranno autorizzate fino a mezzanotte per circa un mese. In alcune fasi, infatti, le lavorazioni sulla fognatura implicano la temporanea rimozione delle passerelle pedonali che consentono l’accesso agli esercizi commerciali, rendendoli quindi irraggiungibili. Di conseguenza, dopo una prima settimana di prova, è stato deciso di effettuare parte del lavoro al di fuori dell’orario di apertura dei negozi. Ci scusiamo per il disagio con i residenti.

RIPRISITINATA LA CIRCOLAZIONE SU PIAZZA RISORGIMENTO

Torna completamente percorribile dai veicoli piazza Risorgimento. Si è infatti conclusa la fase dei lavori che aveva reso necessaria la chiusura del tratto della piazza tra via Calvi e via Poerio e conseguente collegamento del cantiere di piazza Risorgimento con quello di corso Concordia.

 

S. AMBROGIO: DA MARTEDI 7/11 PER UNA SETTIMANA ATTIVITA’ DI CANTIERE AUTORIZZATE FINO A MEZZANOTTE

A partire da martedì 7 novembre, per circa una settimana,  i lavori per la realizzazione della nuova fognatura saranno autorizzati fino a mezzanotte. La proroga dell’orario è stata decisa per evitare di interferire durante il giorno con i negozi interessati dall’intervento.

Al termine di questo primo periodo saranno fatte le necessarie valutazioni tecniche per programmare eventuali nuove fasi con un orario di lavoro prorogato.

Washington-Bolivar: in corso la realizzazione dei diaframmi

Sono iniziate nei giorni scorsi le attività di realizzazione dei diaframmi nel cantiere della stazione Washington-Bolivar che dureranno circa tre mesi.

I diaframmi sono pareti in cemento armato realizzate poste lungo il perimetro delle stazioni e dei manufatti. Un escavatore realizza uno scavo immettendo materiale argilloso (una miscela di acqua e bentonite) in grado di sostenere la pressione esercitata dal terreno. In seguito, vengono calate delle gabbie d’acciaio che costituiscono l’armatura del diaframma e lo scavo viene riempito di calcestruzzo. Lo strato superiore di calcestruzzo, viene poi rimosso con appositi martelli demolitori (questa attività è detta “scapitozzatura”), per poter realizzare la trave di coronamento che unirà tutti i diaframmi.

Si tratta di lavorazioni che producono rumore e vibrazioni a causa dell’escavatore, degli impianti (pompe e motori), degli attriti che si generano nell’attività e per l’azione della ganascia di acciaio che penetra nel terreno. Il costruttore è autorizzato al lavoro dalle ore 6 alle ore 22 dal lunedì al sabato.

Al via la nuova fase del cantiere di San Babila: da venerdì 27 ottobre modifiche alla viabilità

Tre momenti per consentire l’avanzamento dei lavori e ridurre l’impatto su circolazione e attività commerciali. A metà novembre la riapertura di via Cavallotti 

Proseguono i lavori per la costruzione della stazione San Babila della M4, la nuova metropolitana di Milano. In particolare, per ridurre l’impatto delle lavorazioni su viabilità e attività commerciali, è stato messo a punto un piano in più fasi relativo all’ampliamento del cantiere che si svilupperà tra largo Toscanini e corso Europa.

Nel dettaglio, la prima fase si aprirà nella giornata di venerdì 27 ottobre quando sarà chiuso al traffico l’ultimo tratto di via Borgogna verso largo Toscanini. Non sarà quindi più possibile svoltare a sinistra per imboccare corso Europa che, in questa prima fase, continuerà ad essere raggiungibile da via Durini. 

In questo modo sarà possibile iniziare la realizzazione dei diaframmi, ossia le pareti in cemento armato poste lungo il perimetro delle stazioni nel cantiere di San Babila proprio nell’area di largo Toscanini.

Da venerdì 17 novembre sarà invece riaperta al traffico via Cavallotti, agevolando così la circolazione tra largo Augusto e corso Europa. Successivamente, da martedì 21 novembre, avrà inizio la seconda fase del cantiere di San Babila: chiuderà il transito stradale da via Durini verso corso Europa. Percorrendo via Durini, quindi, sarà possibile solamente girare a destra su via Borgogna in direzione Mascagni.

Questa misura permetterà al cantiere lungo corso Europa di allargarsi occupando tutta la sede stradale (sarà garantito il passaggio pedonale con la previsione di uno spazio più ampio all’altezza di largo Toscanini). Contestualmente, però, il cantiere si accorcerà, “retrocedendo” lungo corso Europa fino alle gallerie San Carlo e Strasburgo dove sarà presente il passaggio pedonale per attraversare il Corso. In questo modo sarà possibile la realizzazione dei diaframmi anche sulla prima parte di corso Europa ed evitare ritardi nella realizzazione dell’opera, liberando dal cantiere una parte del Corso che sarà percorribile in entrambi i sensi di marcia.

Una terza fase nello sviluppo del cantiere della stazione di San Babila scatterà a gennaio, dopo le festività natalizie, quando è previsto l’ampliamento del cantiere su corso Europa.

Fase 1

Fase 1 def

Fase 2

Fase 2 def

Fase 3

Fase 3

 

 

 

TRATTA OVEST: INIZIO ATTIVITA’ DI SONDAGGI NEL TERRENO

Nei prossimi giorni, per un periodo di circa un mese, verranno effettuati alcuni sondaggi del terreno nell’area verde di piazza Tirana, nelle aree stradali di fronte alla stazione FS San Cristoforo e in piazza Bolivar. L’intervento sarà effettuato con georadar ed è finalizzato alla verifica precisa dei posizionamenti di pozzi dismessi sotterranei e, eventualmente, alla loro rimozione.

Gli scavi per l’approfondimento delle indagini, laddove necessari, verranno effettuati nel rispetto delle norme a salvaguardia del patrimonio arboreo e l’accessibilità alle aree cani verrà comunque garantita a rotazione.

La viabilità pubblica e i percorsi pedonali saranno sempre garantiti.

L’attività si è resa necessaria per evitare rallentamenti dei lavori durante il successivo passaggio delle cosiddette talpe.

SABATO 14 OTTOBRE RIAPRIRA’ ALLA CIRCOLAZIONE VIA MARTINELLI

Sabato 14 ottobre via Martinelli riaprirà alla circolazione in entrambi i sensi di marcia. Per consentire un regolare flusso del passaggio dei mezzi di cantiere e del traffico privato, potranno transitare veicoli fino a un massimo di 7,5 tonnellate.

Via Merula, nel tratto tra via Enna e Via Martinelli, diventerà a senso unico alternato con priorità per chi è diretto verso via Martinelli.

A causa di alcune lavorazioni ancora in completamento, in una fase iniziale, sarà interdetto ai pedoni il marciapiede sul lato nord. Per questa ragione, sarà realizzato un percorso pedonale protetto e alternativo al tratto di marciapiede momentaneamente non disponibile.

LE TALPE SONO ARRIVATE A DATEO

Da qualche giorno le due “talpe” sono alla stazione Dateo. Le Tbm (Tunnel boring machine) hanno realizzato, ciascuna, i primi 4,4 km di galleria sui 13,3 km complessivi previsti per M4. Ad oggi quindi il 33% delle gallerie sono state realizzate. Le talpe, infatti, non solo scavano ma anche installano gli speciali “anelli” in cemento che costituiscono le gallerie finite.

Ora per circa due settimane si procederà alle attività di manutenzione sulle macchine, per consentire loro di ripartire – prima una talpa poi l’altra- verso la stazione Tricolore, l’ultima della tratta Est. La manutenzione si svolgerà necessariamente su tutto l’arco delle 24 ore.

 

“WEEKEND DELLA BLU”: ECCO LE FOTO DELLA “VESTIZIONE” ARTISTICA DEI CANTIERI

Da oggi, sabato 7 ottobre, 13 cantieri della M4 ospitano 17 progetti artistici, realizzati da cittadini o associazioni, selezionati dalla call pubblica voluta dal Comune di Milano e società M4 spa, ideata e gestita da MM Comunicazione.

Oggi e domani, infatti, è in corso il “weekend della blu”, nel corso del quale, da Gelsomini ad Argonne, in tanti si sono ritrovati ad ammirare i lavori artistici che raccontano Milano o la M4.

Domani gli allestimenti proseguono. E così anche nei prossimi giorni. Fino a quando tutti e 31 progetti selezionati trasformeranno i cantieri della blu in un piccolo museo a cielo aperto. Si tratta di un’esperienza unica in Italia che si compone di tecniche diverse: dalla fotografia alla pittura, dagli smalti alla computer grafica fino a progetti materici veri e propri.

 

Ecco il programma degli allestimenti nel “weekend della blu”: 

Stazione Solari: “Prossima fermata Parco Solari” e  “La città e il cielo”

Stazione Argonne: “Milano vista dai bambini”

Stazione San Babila: “Movimento, segno, idea”

Stazione Gelsomini: “Fermate speciali”

Manufatto De Amicis: “La riscoperta delle vie d’acqua”

Stazione Susa-Manufatto Argonne: “Srotolo”

Manufatto Indipendenza: “Anime in movimento” e “Social street art”

Stazione Tricolore: “Essenza”

Stazione Foppa: “La porta della città” e “QTSLAND: La passeggiata nel tempo del quartiere Tortona Solari”

Manufatto Gozzi: “Gioco di figure”

Manufatto Washington: “La città di domani”

Manufatto S.Calimero: “L’antico Naviglio e la Metro Blu”

Manufatto Lorenteggio 124: “La natura nella città che cambia”

Stazione Frattini: “A sightseeing around Milan: un giro per Milano”

 

Lunedì 9 ottobre inizierà l’allestimento di “Ways” presso il Manufatto Tirana (area verde lato piazza Tirana). Nei giorni immediatamente successivi potremo vedere sulle cesate anche “Milano nei secoli: la cerchia dei navigli” e “La città libro incontra la città reale” presso Stazione Vetra (lato strada e lato parco); infine, “Un volto, un mestiere, una storia” presso la Stazione S.Ambrogio (via San Vittore verso via Lanzone).

 

Un render di tutti i progetti è visibile qui:  

http://www.metro4milano.it/progetti_artistici/

 

 

 

 

SABATO 7 E DOMENICA 8 OTTOBRE IL “WEEKEND DELLA BLU”: AL VIA LA VESTIZIONE ARTISTICA DELLE CESATE

Nel fine settimana saranno realizzati i primi 17 progetti in 14 cantieri: così artisti, cittadini e comitati raccontano Milano e la nuova metropolitana

Raccontare la storia dei Navigli attraverso fotografie d’epoca, oppure Milano vista da un gruppo di bambini grazie a un insieme di scene quotidiane realizzate con pittura su pannelli. Ancora, fotografie che restituiscono frammenti di paesaggi del quartiere oppure rappresentazioni di situazioni casuali all’interno di un ipotetico vagone della metropolitana realizzate con vernici spray.

Sono alcuni dei progetti che “vestiranno” le cesate dei cantieri di M4, la nuova metropolitana di Milano, sabato 7 e domenica 8 ottobre nel “weekend della blu”, quando vedremo realizzati contemporaneamente in 14 cantieri i primi 17 degli oltre 30 lavori, scelti dalla giuria tecnica e da quella popolare tra i 61 che hanno partecipato alla call pubblica studiata dal gruppo di lavoro workshop “Idee in cantiere”, voluto dal Comune di Milano e M4 spa, ideato e gestito da MM Comunicazione.

Fra i progetti vi è una prevalenza di utilizzo di tecniche pittoriche e computer grafica anche se non manca la tecnica mista o lavori materici in senso stretto. Alcuni progetti creativi rappresentano specifiche identità locali e territoriali ed esaltano storie di vita vissuta, altri esaltano i concetti di mobilità sostenibile, altri ancora accompagnano visioni urbane futuristiche. Il risultato complessivo è la grande volontà di partecipare a una narrazione condivisa che, una volta completamente realizzata, sarà una grande mostra a cielo aperto.

Il “weekend della blu”, dunque, integra – con una sezione creativa e partecipata – la fase in cui si stanno “vestendo” i cantieri anche con i pannelli informativi sulla linea e sugli esercizi commerciali presenti nell’area.

“Ridurre l’impatto dei cantieri della M4 sulla città rendendoli ancora più visibili sembra un paradosso – hanno dichiarato Marco Granelli e Cristina Tajani, assessori alla Mobilità e al Commercio del Comune di Milano – ma la vestizione artistica delle cesate trasforma un potenziale disagio in un luogo di bellezza e consente ai cittadini di appropriarsi di questo spazio. Al concorso hanno risposto tanti cittadini e associazioni, segno di una forte sensibilità e attenzione verso gli spazi pubblici. A tutti loro il nostro grazie per l’impegno. Siamo certi che da oggi la M4 è un po’ meno distante dai cittadini”.

“I milanesi si sono sempre appassionati alle trasformazioni della città – ha aggiunto Fabio Terragni, presidente di M4 Spa – e anche in questo caso, come nelle giornate di apertura dei cantieri, hanno risposto massicciamente al nostro invito. Gli interventi sulle cesate sono una chiara testimonianza del fatto che anche i cantieri di M4, nonostante i disagi, possano essere sentiti come propri. E la società concessionaria è ben lieta di condividere anche i luoghi della costruzione con i cittadini”.

“Siamo orgogliosi che, per la prima volta in Italia, la comunicazione al territorio di un’opera importante come M4 passi anche da iniziative di questo genere – ha dichiarato Luca Montani, direttore comunicazione di MM Spa -. Vogliamo raccontare come si trasforma la città nel momento in cui la trasformazione avviene, coinvolgendo in questo processo i cittadini, rendendoli parte attiva del cambiamento. Il workshop ‘Idee in cantiere’ al termine di un percorso lungo due anni vede realizzata la propria ambizione. Cittadini, associazioni, comitati di quartiere hanno messo a disposizione della città passione, competenza, creatività, idee”.

La vestizione artistica dei cantieri proseguirà anche nelle prossime settimane, ospitando sui cantieri di tutta la tratta i lavori scelti che, per ragioni tecniche e organizzative, non possono essere allestiti in questo weekend. Infine, domenica 8 ottobre (ore 10 con partenza da Parco Solari), l’Associazione Museolab6 organizza una passeggiata lungo i cantieri della M4, nella tratta tra la stazione Solari e la stazione Frattini. L’iniziativa vuole favorire il dialogo tra gli autori dei progetti selezionati, le istituzioni e i cittadini sulle opere e sulla futura qualità urbana delle stazioni e dei luoghi circostanti.

Ecco il programma degli allestimenti nel “weekend della blu”: 

Stazione Solari (lato via Montevideo e via Foppa angolo Coni Zugna): “Prossima fermata Parco Solari” e “La città e il cielo”

Stazione Argonne (lato via Lomellina): “Milano vista dai bambini”

Stazione San Babila (piazza fronte portici verso largo Toscanini): “Movimento, segno, idea”

Stazione Gelsomini (largo dei Gelsomini fronte giostre): “Fermate speciali”

Manufatto De Amicis (via de Amicis 42-46): “La riscoperta delle vie d’acqua”

Stazione Susa-Manufatto Argonne (giardini piazzale Susa): “Srotolo”

Manufatto Indipendenza (corso Indipendenza da via Pisacane verso via Menotti e lato piazza Risorgimento): “Anime in movimento” e “Social street art”

Stazione Tricolore (lato viale Premuda): “Essenza”

Stazione Foppa (via Foppa lato Nord e lato Sud a partire da angolo California): “La porta della città” e “QTSLAND: La passeggiata nel tempo del quartiere Tortona Solari”

Manufatto Gozzi (lato piazzale Susa): “Gioco di figure”

Manufatto Washington (via Foppa angolo via Washington): “La città di domani”

Manufatto S.Calimero (lato pedonale): “L’antico Naviglio e la Metro Blu”

Manufatto Lorenteggio 124 (via Lorenteggio lato sud): “La natura nella città che cambia”

Stazione Frattini (tra via Lorenteggio e via Bellini): “A sightseeing around Milan: un giro per Milano”

Lunedì 9 ottobre inizierà l’allestimento di “Ways” presso il Manufatto Tirana (area verde lato piazza Tirana). Nei giorni immediatamente successivi potremo vedere sulle cesate anche “Milano nei secoli: la cerchia dei navigli” e “La città libro incontra la città reale” presso Stazione Vetra (lato strada e lato parco); infine, “Un volto, un mestiere, una storia” presso la Stazione S.Ambrogio (via San Vittore verso via Lanzone).

Un render delle opere è visibile qui:  http://www.metro4milano.it/progetti_artistici/

 

STAZIONE WASHINGTON-BOLIVAR: ATTIVITA’ IN NOTTURNA PER POSA CAVI ELETTRICI

Nell’ambito dei lavori per la stazione Washington-Bolivar, nella notte tra mercoledì 4 e giovedì 5 ottobre – dalle 22:00 alle ore 6:00 –  nell’area compresa tra via Foppa e viale Misurata saranno svolte attività di collegamento dei cavi elettrici da parte di SIRTI. L’intervento si svolgerà anche in strada, pertanto i lavori si effettueranno in orario notturno per ridurre al minimo l’impatto sulla circolazione, che sarà sempre garantita.

ECCO LA GRADUATORIA PER GLI EVENTI LUNGO IL TRACCIATO DELLA BLU

E’ ufficiale la graduatoria dei 29 progetti, presentati da associazioni o singoli cittadini che hanno partecipato alla call pubblica voluta dal Comune di Milano in collaborazione con M4 spa, ideata e gestita da MM Comunicazione per l’organizzazione di eventi nei pressi dei cantieri di M4.

La graduatoria nasce dal giudizio espresso dalla giuria composta da 12 membri, in rappresentanza degli assessorati alla Mobilità e al Commercio, Direzione Comunicazione di Palazzo Marino, Municipi interessati dal passaggio della “blu”, società M4 spa, MM Comunicazione e Confcommercio, oltre che da un esperto di Comunicazione e dai rappresentanti del workshop dedicato alle “Idee in Cantiere”.

L’iniziativa aveva come obiettivo quello di realizzare occasioni di incontro e intrattenimento in prossimità dei cantieri con azioni creative e partecipate, utilizzando tutti i possibili linguaggi espressivi: arti visive, cinema, teatro, musica, eventi sportivi ecc.

Il budget destinato a questa iniziativa consentirà di realizzare i primi dieci progetti (è previsto infatti un premio di 5mila euro per ogni progetto realizzato).

Ancora una volta gli organizzatori ringraziano i partecipanti al workshop e i proponenti che hanno partecipato numerosi, e con progetti di grande valore, ad un percorso unico ed entusiasmante. Nei prossimi giorni verranno contattati i proponenti dei primi dieci progetti per definire il percorso realizzativo degli stessi.

Qui la graduatoria >> Eventi m4 graduatoria