#lablu

Stazione De Amicis

Questa stazione, collocata nel cuore della Cerchia dei Navigli, diventerà uno snodo importante per il trasporto pubblico milanese, incrociando le linee tranviarie 2 e 14, consentirà di raggiungere il Duomo o la vicina porta Genova (M2) rapidamente, senza ricorrere a mezzi privati.

Quando, nel 2022, la M4 sarà operativa la stazione De Amicis sarà accessibile da due ingressi: uno su piazza Resistenza Partigiana, di fronte alla Farmacia, l’altro su via De Amicis, all’altezza del civico 32.

Il cantiere oggi

A giugno 2016 i lavori per la realizzazione della Stazione De Amicis sono entrati nel vivo. Fino ad agosto 2017 via San Vincenzo sarà a fondo cieco nel tratto tra piazza Resistenza Partigiana e via Sapeto. E’ comunque possibile accedervi da via Sapeto, la circolazione su via De Amicis in direzione Policlinico è sempre consentita su una corsia; in direzione Cadorna, il bus 94 devia da via De Amicis su corso Genova, svolta in via Ariberto e da via Olona prosegue in via Carducci fino a piazzale Cadorna (invariato il percorso verso Porta Volta). È a senso unico l’ultimo tratto di via Caminadella, percorribile solo da via Cesare Correnti in direzione via Orazio.

In cantiere sono attualmente in corso le indagini archeologiche, che termineranno con la fine dell’anno e lo spostamento dei sottoservizi: la fognatura, i cavi elettrici, i cavi delle telecomunicazioni, acqua e gas. In sovrapposizione a questa fase (che durerà fino a luglio 2017), potrà iniziare la costruzione dei diaframmi (che durerà fino a metà 2018), le pareti esterne in cemento armato, poste lungo il perimetro delle stazioni e dei manufatti, che sostengono e contengono il terreno evitando che possa cedere durante lo scavo e le successive attività di costruzione. L’ultimo passaggio di questa particolare lavorazione consiste nel consolidamento del terreno, con la sua capillare foratura e l’iniezione del materiale consolidante al fine di prevenire infiltrazioni d’acqua nelle strutture in fase di realizzazione. La lavorazione dei diaframmi produce rumore, generato dal potente motore dell’escavatore; e vibrazioni, causate dall’azione della ganascia di acciaio, che penetra con forza e in profondità nel terreno, e dall’estrazione delle palancole, lastre sempre in acciaio che contengono il calcestruzzo “gettato” nel terreno per contenerlo.

Le fasi delle attività di cantiere saranno via via aggiornate e descritte, nonché comunicate nella sezione news.

St de amicis cantierizzazione

I negozi della Blu
  • Icona autoscuola Autoscuola
  • icona-arredamento Ca’ D’Oro
  • Icona dentista Dentix
  • icona-farmacia Farmacia
  • icona-banca Intesa San Paolo
  • icona-abbigliamento Maura Coscia
  • icona-agenzia-viaggi Nessie viaggi
  • Icona negozio sportivo Pleasures Skate e Snowboard
  • Icona ristorante Tokio Fish
  • icona-abbigliamento Wag
  • icona-bar Wave