#lablu

Piano di Monitoraggio Ambientale

Il Piano di Monitoraggio Ambientale rappresenta lo strumento di controllo degli impatti che la realizzazione e l’esercizio di una grande infrastruttura genera sul territorio circostante.

Il Monitoraggio è un insieme di controlli effettuati periodicamente con cadenza regolare e continuativa nel tempo, attraverso la rilevazione e la misurazione di determinati parametri biologici, chimici e fisici che caratterizzano le componenti ambientali interessate dalla realizzazione e dall’esercizio dell’Opera.

Il Piano si pone quindi quale strumento di audit per la verifica di quanto previsto in fase di progettazione sia in termini di effetti/impatti attesi, sia di efficacia delle azioni di tutela ambientale.

Dagli esiti del Monitoraggio scaturiscono le principali indicazioni in termini di eventuali adeguamenti e integrazioni degli interventi di mitigazione e prevenzione sia in corso d’opera che in esercizio.

Nel caso della linea metropolitana M4, vengono monitorati i seguenti aspetti ambientali: rumore (misure di rumore presso abitazioni o ricettori sensibili), atmosfera (misure di qualità dell’aria messe a confronto con le centraline ARPA in città), vibrazioni (misure di vibrazione in edifici prossimi ai cantieri), traffico e viabilità (verifica dell’impatto generato dai cantieri sulla viabilità), ambiente idrico sotterraneo (misure chimiche sulle acque di falda), vegetazione (controllo dello stato della vegetazione prossima al cantiere).

Tali controlli sono sviluppati in tre principali fasi:

  • ante operam: è l’analisi del cosiddetto “stato di zero” cioè lo stato ambientale preesistente del contesto in cui l’opera viene costruita;
  • corso d’opera: è il monitoraggio degli impatti ambientali durante la costruzione dell’opera, quindi costituisce un controllo dell’efficacia degli interventi di mitigazione ambientale in atto in ogni cantiere;
  • post operam: rileva i parametri ambientali (di eventuale inquinamento) sul territorio circostante, a opera realizzata e in esercizio.

Il Monitoraggio Ambientale della Linea M4 definisce i criteri, i metodi, i parametri, i punti o le aree di rilievo, la cadenza, le metodiche e specifiche di laboratorio, sulla base dei quali vengono eseguite tutte le attività di controllo, la Direzione Lavori ne verifica la corretta attuazione.

I dati vengono analizzati e inviati per valutazione ed approvazione a tutti gli enti competenti: ARPA, Città Metropolitana, ASL, Comune di Milano, che periodicamente si riuniscono in un Tavolo Ambientale presieduto dal Comune di Milano (uffici del RUP).

Inoltre, sarà implementato un Sistema Informativo Territoriale (SIT) a supporto delle attività di Monitoraggio Ambientale. Si tratta di un portale cartografico a disposizione dei cittadini su cui verranno caricate tutte le informazioni relative al monitoraggio ambientale, nonché la localizzazione delle opere in realizzazione.

All’interno del portale cartografico, sarà possibile interrogare le singole stazioni di monitoraggio, visionarne le caratteristiche e consultare gli esiti delle indagini svolte nelle varie fasi di attuazione del Piano di Monitoraggio (ante operam, in corso d’opera, post operam).

 

Consulta il Piano Monitoraggio Ambientale